Tlc, l’Italia recupera competitività

Aziende

Banda larga, Umts e unbundling hanno trainato il mercato nel 2005

A fine mese uscirà l’atteso “Rapporto d’implementazione della Commissione europea sul settore delle comunicazioni elettroniche”. Il rapporto di Bruxelles farà il punto della suitazione sul mercato Tlc e della comunicazione in Rete, ma già emergono i primi dati sul nostro paese. Il mercato italiano delle Telecomunicazioni nel 2005 risulta competitivo, grazie a 6 milioni di connessioni in banda larga, più di un milione di linee in unbundling e un parco clienti Umts triplicato rispetto al 2004. L’apertura dell’ultimo miglio della rete ha fatto un passo in avanti con un incremento del 53,7% rispetto all’anno prima. In particolare, secondo il rapporto Ue, il Local Loop Unbundling sarebbe inferiore alla media europea, consentendo a operatori incumbent di competere nel mercato italiano della banda larga. La broad band ormai parla italiano con 6.180.320 di utenti. Inoltre nella telefonia mobile lItalia si piazza in seconda posizione nella penetrazione del mercato e addirittura prima nell’Umts. Nella telefonia fissa si osserva invece maggiore stabilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore