La Top 10 delle sfide poste da Internet delle Cose

AziendeInternet of EverythingMarketingMercati e FinanzaNetworkWorkspace
La Top 10 delle sfide poste da Internet delle Cose
3 4 Non ci sono commenti

Internet of Things (IoT), in italiano Internet delle Cose, porterà 26 miliardi di dispositivi online entro il 2020. Quali sfide dobbiamo aspettarci in futuro

Oggi più di un miliardo di persone naviga in Rete, e gigante della tecnologia come Facebook e  Google li incrociano sulle autostrade digitali, cercando di attirarli sui propri ecosistemi. Ma fermarsi con le persone non ha senso, visto che sta progredendo Internet of Things (IoT), in italiano Internet delle Cose. Presto vedremo alberi o luci stradali connessi al web. Gartner prevede che 26 miliardi di dispositivi saranno online dal 2020, con numerose aziende in prima fila, da Intel ad Arquiva, impegnate a restituirci l’immagine di un mondo interconnesso.

Abbiamo stilato l’elenco di una lista di 10 aree dove Internet delle Cose avrà maggiore imptto nell’arco dei prossimi anni. Lasciateci anzi i vostri commenti qui sotto, per ampliare il discorso.

Costruzioni

Smart building and blueprintGli edifici possono trarre beneficio da Internet delle Cose, in molteplici modi. Primo, c’è l’abilità per meglio tracciare materiali usati nelle costruzioni, per seguire la gestione delle azioni, per assicurare un ottimo livello d’inventario. I processi di costruzione saranno più efficienti sotto diversi punti di vista.

Oggi le case sono dotate di termostati smart e smart misura il risparmio energetico; inoltre la  smart toilet installata in bagno sarà in grado di rilevare se esiste un rischio cancerogeno o se conviene cambiare abitudini alimentari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore