Top secret su Italia.it

Marketing

Anche l’associazione Generazione Attiva rimbalza sul muro di gomma: i cittadini non devono sapere

Nessuno deve conoscere le carte su Italia.it. Dopo cinque mes i, il Governo ha partorito un no secco alle richieste di conoscere gli atti legati alla vicenda del portale del turismo Italia.it. Anche l’ associazione Generazione Attiva non riceverà risposte. E Italia.it diventa simbolo del muro di gomma della kafkiana burocrazia italiana.

Riassumiamo la querelle sul contestato sito: già era stato respinto l’appello di Scandaloitaliano affinché fossero resi pubblici i documenti di gara relativi alla realizzazione del portale Italia.it.

Il portale, che doveva prepararsi per il lancio alla Bit, era stato definito a rischio chiusura solo un mese fa.

Il ministro dei Beni culturali Francesco Rutelli è stato categorico: o si cambia o si chiude. Il sito, dai costi stellari dell’ordine dei 45 milioni di euro, oggi appare inadeguato a tutti, committenti compresi: “Facciano qualcosa, altrimenti è meglio lasciar perdere“. L’ultimatum è stato dato al Comitato nazionale per il turismo. Italia.it è dunque al suo bivio decisivo.

Ora cala il silenzio: la vicenda rimane top secret. Tutto fuorché trasparente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore