Torino capitale telematica

NetworkProvider e servizi Internet

Mentre il Wi-fi continua la sua avanzata trionfale e promette di tagliare i fili anche al telefono, c’è una città italiana che si dimostra all’avanguardia sul Wifi e si candida come distretto telematico di serie A

Le novità sul Wifi si susseguono di giorno in giorno: dopo il Wifi sicuro, è giunta l’ora del Wifi multimediale. Ma se le news sul mondo senza fili ci giungono sempre dai network anglosassoni, esiste una realtà italiana che in questo campo si sta conquistando un posto di tutto rispetto: Torino, una città già all’avanguardia nella telematica di base (il sito Internet del Comune è tra i più impegnati nell’uso delle tecnologie basate sul Web). Si chiama Torino Wireless: è un consorzio che riunisce diverse realtà centrate sul wireless, la cui ricerca è supportata dalla finanziaria Piemonte High Tech. Ma Torino non è solo il distretto dove il Wifi made in Italy riscuote maggior successo imprenditoriale. È anche la città dove il Comune si affaccia in Internet con un biglietto da visita che è una vetrina di strumenti al servizio del cittadino. Innanzitutto è in cantiere un progetto che, di concerto con Barcellona e Camden, all’interno di un progetto europeo, vuole varare nuovi servizi accessibili via telefono, per consentire all’utente di richiedere informazioni parlando in modo del tutto naturale; la scelta dei servizi è inoltre a portata di “tastiera” dei cittadini, i quali partecipando a un sondaggio online potranno definire i servizi oggetto della sperimentazione. L’e-governance torinese però va oltre. Ha infatti scadenza il 26 ottobre il bando Far Torino Wireless, per la presentazione dei progetti al Miur: il bando è volto a sostenere progetti finalizzati alla realizzazione di fabbriche e/o piattaforme “intelligenti”, in ambiti che vanno dal controllo del traffico all’infomobilità, dall’infoturismo a reti Ip wireless per applicazioni multimediali, a servizi, applicazioni Ict nel settore delle tecnologie senza fili.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore