Toshiba al MWC: fiera utile anche per i partner italiani

Aziende

Stefania Didoné, country manager Toshiba Italia, ribadisce la valenza del Mobile World Congress. E sottolinea quanto l’Italia sia un mercato pioniere, nella videointervista girata a Barcellona

“Siamo a Barcellona perché è fondamentale: è oramai una fiera di riferimento del settore, importante per Toshiba non solo per IT ma anche per il mobile”. Solleticata sul perché è qui, al Mobile World Congress, Stefania Didoné, country manager di Toshiba Italia (mobile communication division), ribadisce quello che tutti gli operatori sostengono da tempo: il 3GSM World Mobile Congress è una fiera viva, che pulsa, che trasmette davvero la sensazione di novità. Anche per le aziende e i partner italiani, non solo internazionali. “L’Italia è un mercato di riferimento, dove stiamo investendo in ricerca e sviluppo con nuovi servizi dedicati, un mercato che è pioniere sotto molti punti di vista, perché l’utente è molto più sensibile all’innovazione tecnologica, è molto più aggressivo”.

Se la mobility nasce in Toshiba per soddisfare esigenze di utenti aziendali (“rimaniamo focalizzati su un utente professionale” ) è destinata a trasformarsi: “Il nostro background è aziendale, ma ci focalizzeremo sulla convergenza di servizi professionali e consumer: tenderemo a sviluppare prodotti con contenuti indirizzati all’azienda ma con funzionalità utili anche nel tempo libero, come gps, fotocamera, mp3”. Microsoft continuerà ad essere il partner di riferimento con Windows Mobile o è aperta la strada verso altri sistemi operativi? “Microsoft rimane il nostro partner di riferimento, per noi storico perché arriviamo dal mondo IT”.Nel video, l’intervista al Mobile World Congress, con ulteriori dettagli.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore