Toshiba e la prima batteria al metanolo

AccessoriWorkspace

Una batteria al metanolo, grande quanto una carta di credito, che potrebbe essere usata in dispositivi audio digitali e cuffie senza fili
per cellulari.

Non stiamo parlando di vino adulterato, di cui purtroppo l’Italia si è resa colpevole in un passato non troppo lontano. Il metanolo questa volta viene usato all’interno di una piccola batteria progettata da Toshiba e attualmente in fase di sperimentazione. Toshiba ha dichiararo che la sua batteria è ad oggi la più piccola finora realizzata, grande quanto una carta di credito o poco più. Il suo impiego, se la fase test andrà bene, è rivolto a tutti i dispositivi portatili di piccole dimensioni. Come per esempio audioplayer digitali, ma anche cuffie senza fili usate dai cellulari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore