Toshiba T110 e T130, gli ultraportatili per lavorare senza caricabatterie

LaptopMobility

Nella collezione consumer solo processori a basso consumo (CULV) per i ‘mini’ con display da 11 e 13 pollici sotto i 2 Kg di peso. Autonomia fino a 11 ore e nuova interfaccia Lifespace sono i tratti distintivi. In casa Toshiba Intel Atom solo sui netbook da 10 pollici

Secondo stime IDC nel 2010 il mercato dei computer portatili dovrebbe crescere del 16,5%, e ci si aspetta che per circa il 20% il merito sarà dei ‘mini’. Driver di crescita saranno i processori Ultra Low Voltage montati sui laptop ultraportatili, per intenderci quelli che pesano meno di 2 Kg. Durata della batteria e portabilità sono infatti tra i fattori di scelta determinanti in fase di acquisto. Toshiba propone per questo segmento consumer due nuovi modelli T110 e T130 (rispettivamente con diagonale del display da 11 e 13 pollici a 1366×768 pixel), declinati in due versioni: normale e Pro. Sul mercato italiano, nella versione Pro almeno inizialmente ci saranno solo i T130.

Vediamo il dettaglio della proposta. Gli ultraportatili delle due serie montano Cpu Intel Pentium e Celeron Single Core (CULV, Consumer Ultra Low Voltage Consumer), possono disporre di RAM DDR3 fino a 8 Gbyte da 800 MHz (4 Gbyte per i T110), con disco fisso fino a 500 Gbyte con sensore 3D per la protezione in caso di caduta e lettore di schedine di memoria (5 in uno). Non è prevista invece in nessun caso l’unità ottica. La serie Pro dei T130 si distinguerà per il processore (SU 3500 rispetto a SU4100) e per il sistema operativo Windows 7 Professional rispetto a Windows 7 Home Premium. La disponibilità dei modelli quindi è segnata dalla data di lancio Microsoft del 22 di Ottobre. Oltre all’autonomia della batteria fino a 11 ore (9 ore per i T110) – garantita da accumulatori a sei celle con Eco Utility – e alla connettività Wifi e Bluetooth con EDR (senza rinunciare comunque alla presa ethernet), la vera novità è rappresentata dalla proposta di interfaccia desktop denominata Toshiba Lifespace, composta da due applicazioni principali: Bulletin Boards e Reel

Time.

Bullettin Boards struttura lo spazio desktop come una sorta di lavagna digitale (fino a 8 tavole) per la gestione immediata di appunti, foto, e file multimediali. Considerato l’ampio supporto garantito da Windows 7, si tratta di una prima proposta software in vista di un’evoluzione sui PC touchscreen non ancora annunciati. ReelTime è forse ancora di più frutto del feedback degli utenti: da una ricerca interna, infatti, emerge che il 33,8% di essi tiene più di venti icone sul desktop e solo un terzo procede a ri-ordinare il computer almeno una volta al mese. Non solo, più della metà ha poi difficoltà a ritrovare i file, con una significativa perdita di produttività dovuta alle attività di ricerca degli stessi. ReelTime, l’altra componente fondamentale della nuova interfaccia, dovrebbe servire proprio a facilitare questi compiti, e permette la visualizzazione dei file come su un’ideale Timeline.

Gli ultraportatili T110 sono disponibili da 549 euro, i modelli T130 da 619 euro nelle colorazioni (per il mercato italiano) Glossy Black e Luxe White Pearl. Per quanto riguarda la connettività Hsdpa segnaliamo che al momento non sono previsti per il mercato italiano modelli con modem 3G integrato se non frutto di eventuali futuri accordi con gli operatori. T110 e T130 invece possono essere utilizzati con il supporto della comoda Dynadock V10, si tratta di una docking station multifunzionale (con possibilità di uscita video DVI-I e collegamento fino a 3 monitor, presa Ethernet e 4 porte USB) compatibile con tutti i notebook dotati di una porta USB 2.0.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore