Tradizionale o senza filo

Management

Teoria e pratica delle reti locali a casa e in ufficio, dove cè più di un Pc ha senso farli comunicare e condividere risorse e periferiche; ecco spiegato come e perché, anche senza utilizzare i fastidiosi e ingombranti cavi

Di D. Laurenzi, D. Meoli, G. Pallavicini La necessit di condividere dati, informazioni e conoscenze, e la possibilit di poter comunicare a distanza e con diversi mezzi sono sempre state tra le principali spinte allinnovazione che hanno guidato lo sviluppo dellumanit. Lesigenza di creare dei legami stabili tra elementi di un ambiente comune si realizza tanto nella vita quanto nella tecnologia, dove luomo ha trasportato le proprie conoscenze per realizzare le cosiddette reti informatiche, permettendo a diversi apparecchi di comunicare tra loro, condividere dati e risorse e collaborare ai medesimi progetti. In tal modo si accrescono le capacit di collaborazione tra persone anche a distanza, e soprattutto si sfrutta la potenzialit di calcolo incrociata, derivante dallaccesso di diversi computer ai medesimi dati per elaborazioni differenti. Molteplici sono i vantaggi di realizzare una rete quando nello stesso ambiente o comunit sono disponibili pi dispositivi informatici. E non tutti i vantaggi sono meramente legati ai benefici intangibili della condivisione delle conoscenze si possono ottenere anche notevoli risparmi in termini di costi fisici legati allacquisto di apparecchiature elettroniche. Data la versatilit delle reti, infatti possibile costruire architetture che permettano non solo di collegare i normali computer, ma qualsiasi altro genere di periferica, dalle stampanti alle videocamere, spesso anche senza bisogno che queste a loro volta siano collegate a un computer. Vediamo in dettaglio quali possibilit ci offre una rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore