Tramonta definitivamente .xxx

Marketing

L’Icann ha detto no ai suffissi porno

La pornografia in Rete non avrà un ghetto virtuale a luci rosse caratterizzato dal domino della tripla X. La pornografia in Rete non avrà il dominio .xxx: lo ha detto l’Icann, l’associazione che assegna gli indirizzi Internet. Dopo un lungo tira e molla, l’Icann ha definitivamente respinto la realizzazione del suffisso .xxx, destinato a creare un distretto virtuale per soli adulti. La pornografia, che è sempre più hi-tech tra pay tv e filmati per telefonini, sul Web rimarrà libera di scegliere il suffisso preferito. L’idea di un dominio ad hoc per la pornografia in Rete era stata concepita per tutelare meglio i minori in Internet.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore