Tramonterà presto il logo Ibm dai Pc Lenovo

Aziende

Il vendor cinese di computer, che ha acquisito la divisione Pc di Big Blue, volta pagina in vista delle Olimpiadi 2008

Lenovo, terzo produttore del mercato Pc (anche se in lotta con Acer per questa terza posizione), ha chiuso brillantemente il secondo trimestre.

L’azienda cinese ha guadagnato 105,26 milioni di dollari, cioè quasi tre volte (2,75 per la precisione) i 37,89 milioni dell’anno precedente.

I margini netti di Lenovo sono cresciuti del 15,1 per cento nel secondo quarter di quest’anno, contro il 13 per cento dell’ano precedente. Questo risultato è frutto della migliorata performance dell’azienda in Europa, Medio Oriente e Africa, attribuita all’euro forte e a un attento controllo dei costi.

Lenovo coglie dunque l’occasione per voltare pagina, anche per affrontare il 2008(l’anno delle Olimpiadi cinesi) con più freschezza e un’immagine rilanciata.

Secondo XBitlabs, Lenovo anticiperà di due anni la decisione di non usare più il marchio Ibm sui Pc di nuova produzione.

Ibm però non cesserà di fornire servizi e assistenza a Lenovo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore