ComponentiMarketingWorkspace

Transistor da un atomo apre le porte ai computer quantistici

Transistor di un solo atomo di foforo
0 0 7Commenti

Un singolo atomo di fosforo è il più piccolo transistor al mondo: monoatomico, supera la Legge di Moore ed apre le porte ai computer quantistici

Il transistor più piccolo del mondo, un singolo atomo di fosforo, fa vacillare la Legge di Moore e apre le porte ai computer quantistici. È stato realizzato da fisici da una facoltà australiana, la University of New South Wales (UNSW). Creato con un microscopio ad hoc (scanning tunnelling microscope – STM), il transistor è composto di un atomo di fosforo embedded: si trova, posizionato con estrema precisione in un cristallo di silicio, fra due elettrodi di scala atomica e control gates elettrostatici, per controllare i flussi electtrici e i contatti metallici. Lo studio è pubblicato da Nature Nanotechnology. Potrebbe essere un modello per il futuro dei quantum computer (o computer quantistici) secondo la cartella stampa di UNSW.

Gli scienziati stanno sorpassando i limiti del noto principio tecnologico, noto come Legge di Moore? Stanno creando un transistor monoatomico che in effetti batte la Moore’s Law, avendone anticipato i tempi, La Legge di Moore, che prende il nome da Gordon Moore, il co-fondatore di Intel, il colosso di Santa Chiara, afferma che il numero dei transistors che può essere piazzato su un circuito integrato raddoppia ogni 18-24 mesi, e si prevede che raggoiungerà i limiti con l’esistente tecnologia nel 2020. Ma tagliando il numero dei transistor a un singolo atomo, il transistor monoatomico ha precorso i tempi.

M l’uso commerciale del transitor non avrà tempi brevi, visto che l’atomo deve essere mantenuto a meno di 391 gradi Fahrenheit. I cosiddetti “quantum computer” dovrebbero operare controllando i movimenti di elettroni in un atomo.

Transistor di un solo atomo di foforo
Transistor di un solo atomo di foforo
Resta connesso, iscriviti alle nostre newsletter gratuite!

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici