Trend Micro, la sicurezza degli smartphone non va in vacanza

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Se portate in viaggio pc portatili o smartphone pensate anche alla loro protezione. I consigli di TrendMicro

L’estate è arrivata e le vacanze sono dietro l’angolo. Ma quando facciamo i preparativi per la partenza ci preoccupiamo anche della protezione del nostro inseparabile Blackberry, iPhone o PC portatile che sempre più spesso portiamo in viaggio con noi? Prima di partire, durante il viaggio e al rientro a casa o in ufficio è opportuno, infatti, adottare adeguate misure di sicurezza per evitare eventuali infezioni da virus o altre minacce informatiche come spam, spyware, phishing, worm, trojan hors e eccetera che molto spesso sono causa di furti di identità e perdite di dati.

Alcune forme di minacce che sono solite colpire il mondo dei PC si stanno già diffondendo anche negli ambienti mobili, come lo spyware che spia tutti i movimenti e gli appuntamenti dell’utente, trasmettendo i messaggi di testo e i dettagli delle chiamate ai server dei cybercriminali, i quali utilizzano queste informazioni confidenziali per trarne un vantaggio economico.

Altre minacce possono essere attacchi di hacker, lo spam via Sms, e i “classici” virus e worm del tutto similari a quelli che colpiscono i PC: un utente in buona fede può essere spinto a installare un file apparentemente innocuo ma che in realtà contagia il dispositivo e va alla ricerca di altri telefoni mobili da infettare, spesso compromettendo le funzioni del dispositivo stesso.

Non solo attaccano i PC ma anche i dispositivi mobili su diversi fronti (voce, dati 3G, WiFi, collegamento diretto al PC via cavo, Bluetooth, SMS e MMS) gli utenti devono stare in guardia: ad esempio, la connessione negli Internet Café è sicura? Sarà sufficiente aggiornare l’antivirus prima di partire? Come utilizzare il Bluetooth ?

Alcuni consigli di Trend Micro per proteggere i dati digitali in viaggio:

1) Utilizzare dispositivi di memorizzazione rimovibili (chiavette USB o dischi esterni) per conservare i dati più importanti.

2) Eseguire il back up di tutti dati, incluse le informazioni presenti sui dispositivi rimovibili (hard disk esterni).

3) Prima di partire per un viaggio, aggiornare il software di sicurezza (antivirus, firewall, intrusion detection…).

4) Spegnere qualsiasi apparecchiatura non necessaria o non in uso (per esempio non lasciare attivo il bluetooth).

5) Bloccare il telefono utilizzando una semplicissima password, una funzione basilare ma molto trascurata

6) Gestire la configurazione bluetooth, attivando la modalità “non-discoverable” o “hide”. Inoltre, nel momento in cui si utilizza la tecnologia Bluetooth, è bene prestare attenzione ad accettare i file che si ricevono.

7) Fare attenzione al mittente,cancellare i messaggi provenienti da sconosciuti, evitare di installare applicazioni software poco note e scaricare suonerie e giochi solo da siti Web ufficiali e legali.

Per una sicurezza media, conviene:

1) Utilizzare solo le informazioni minime necessarie, ossia i dati indispensabili a raggiungere i vostri obiettivi.

2) I documenti utilizzati devono essere copie e non originali.

3) Proteggere i dati critici con una semplice password sulle cartelle o utilizzare software per la cifratura dei dati. Poiché le funzionalità wireless consentono agli hacker di introdursi all’interno dei dischi fissi, i viaggiatori non possono più presumere che i dati siano al sicuro nemmeno sul disco fisso stesso.

4) Gli apparecchi digitali non devono mai essere lasciati incustoditi nelle camere d’albergo.

5) Portare sempre con sé le periferiche rimovibili.

6) I PC portatili o altro hardware devono essere chiusi a chiave in una cassaforte presente nell’albergo o all’interno della stanza.

Per una sicurezza, a prova di paranoia:

1) Non utilizzare connessioni gratuite non criptate

2) Non svolgere mai attività legate al proprio lavoro utilizzando Internet point pubblici.

3) Una volta a casa cambiare tutte le password.

4) Quando si è in viaggio, definire un account utente con maggiori restrizioni e sospendere l’account utente abituale fino al ritorno a casa.

5) L’account temporaneo deve essere ripulito prima di collegare un laptop ad una rete domestica o di ufficio.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore