Trimestrale, buoni risultati per Apc

Workspace

American Power Conversion annuncia i risultati finanziari per il terzo trimestre 2005

Il fatturato di Apc per il terzo trimestre 2005 è stato di 512.3 milioni di dollari, superiore del 16% rispetto ai 441.7 milioni di dollari del terzo trimestre 2004 e del 7% consecutivamente rispetto ai 480.6 milioni di dollari del secondo trimestre 2005. L’utile netto per il terzo trimestre 2005 è stato di 48.7 milioni di dollari pari a 0.24 dollari per azione diluita, pari a una diminuzione del 28% rispetto ai 67.2 milioni di dollari o 0.34 dollari per azione diluita riportati nel terzo trimestre 2004 e in crescita del 16% consecutivamente ai rispetto ai 41.9 milioni di dollari o 0.21 dollari per azione diluita registrati nel secondo trimestre 2005. “Il momento estremamente positivo di APC è continuato anche nel terzo trimestre del 2005 – il nono trimestre consecutivo di crescita a due cifre in termini di fatturato anno su anno – che è stato protagonista di un aumento a due cifre in tutti i segmenti analizzati e nelle principali aree geografiche “, ha affermato Rodger B. Dowdell Jr., presidente e chief executive officer di APC. “Siamo particolarmente lieti dei progressi effettuati in termini di crescita della nostra azienda, in particolare per quanto riguarda il settore NCPI (network-critical physical infrastructure), ma siamo insoddisfatti per quanto riguarda gli utili conseguiti”. A livello di ripartizione geografica, APC ha registrato una solida crescita in tutte le regioni. Le Americhe (America Latina e del Nord) hanno rappresentato il 52% del fatturato del terzo trimestre crescendo del 19% anno su anno e del 4% su base sequenziale. In Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA), il fatturato del terzo trimestre ha rappresentato il 29% dell’intero fatturato trimestrale di APC. La regione EMEA è cresciuta dell’8% anno su anno e del 6% su base sequenziale. Infine, il fatturato del terzo trimestre in Asia ha rappresentato il 19% del fatturato globale nel trimestre. L’Asia è cresciuta del 22% anno su anno e del 15% su base sequenziale. La valuta non ha avuto un impatto significativo sulla crescita complessiva anno su anno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore