Trimestrale Intel in chiaroscuro

AziendeMarketingMercati e Finanza
Intel chiude il 2014: bene il mercato Pc, in rosso la divisione Mobile
0 0 Non ci sono commenti

Intel chiude il 2014 con una trimestrale in cui emerge il risveglio del mercato Pc. Ma a deludere sono le previsioni. Intanto la divisione Mobile registra una perdita tale da erodere i profitti

La ripresa del mercato Pc emerge anche dalla trimestrale di Intel: ancora non siamo al punto di svolta, ma possiamo dire che il mercato Pc sta dando segnali positivi e non è affatto morto. Intel certifica una crescita del fatturato per la prima volta dal 2011, con 6% di crescita dei ricavi e con il 39% di incremento delle entrate nette, in linea con le aspettative.

Però non sono tutte rose: nel quarto trimestre i ricavi da Pc calano del 3% a 8.9 miliardi di dollari, mentre il mercato Pc segna una flessione del 2.4% secondo Idc. Comunque, il mercato Pc contiene le perdite e si sta stabilizzando: Intel archivia il 2014 con una solida trimestrale grazie al risveglio del mercato Pc. Ma a deludere sono le previsioni, mentre non va dimenticato che la divisione Mobile registra una perdita da 4.21 miliardi di dollari, un profondo rosso tale da erodere i profitti. Ma Intel rimane convinta che l’importante è entrare nel mercato mobile ad ogni costo.

Maggior ottimismo arriva dalla crescita più rapida nei data center e nei dispositivi connessi ad Internet.

Intel chiude il 2014: bene il mercato Pc, in rosso la divisione Mobile
Intel chiude il 2014: bene il mercato Pc, in rosso la divisione Mobile

Negli ultimi tre mesi il titolo di Intel ha guadagnato il 16%, ma ieri la debolezza del quarto trimestre del mercato Pc ha smorzato l’ottimismo sulla ripresa del mercato Pc. Il titolo di Intel ha dunque perso il 2.7%.

Le entrate nette del quarto trimestre sono pari a 3.66 miliardi di dollari, o 74 centesimi per azione, rispetto ai 2.6 miliardi di dollari, o 51 centesimi per azione, di un anno fa.

Il 98% di market share nei server ha aiutato la divisione a generare un profitto operativo di 7.28 miliardi di dollari su vendite da 14.4 miliardi di dollari nel 2014. Il fatturato del 2014 è salito da 13.8 a 14.7 miliardi di dollari.

Nel 2015 Intel ridurrà di 800 milioni di dollari i costi dell’unità Mobile. Intel pagherà meno i sussidi, mentre costeranno meno i processori per smartphone e tablet. Il Ceo Brian Krzanich ha promesso che obiettivo del 2015 consiste nel puntare sulla profittabilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore