Trimestrale modesta per Ibm

Workspace

La cessione della divisione Pc a Lenovo penalizza i conti di Ibm. Ma Big Blue supera le aspettative

Il terzo trimestre di Ibm, grazie ai servizi, riesce a superare le attese delle società di analisi, che avevano previsto un più pesante “effetto Lenovo“. Ma Big Blue archivia il terzo trimestre in calo, del 7%. Se invece non viene contata la vendita della divisione Pc, il fatturato di Ibm risulta in crescita del 4%, a quota 21.5 miliardi di dollari. Gli utili scendono da 1.55 miliardi di dollari di un anno fa agli attuali 1,52 miliardi, pari a 94 centesimi per azion e. La divisione Global Services business cresce del 3% a quota 11.7 miliardi di dollari e rappresenta ormai metà del fatturato di Ibm. L’hardware di Big Blue vende per 5.1 miliardi dollari, con un incremento del 7% (escludemdo la cessione della divisione a Lenovo). I server midrange iSeries sono balzati del 25%, mentre i mainframe zSeries scendono del 4%. Il software registra infine un incremento del 5% a 3.8 miliardi di dollari, con una performance del +6% per Websphere, Tivoli e Rational. Lotus cresce del 12%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore