Truffa per oltre 30 milioni di euro

Autorità e normativeNormativa

E’ quanto emerge da una indagine condotta dalla Guardia di Finanza in Puglia.
Coinvolti nella frode società attive nell’informatica e nella telefonia.

Sottrazione all’Erario dell’Iva per oltre 30 milioni di euro e indebita percezione di contributi statali per oltre 700mila euro. E’ quanto viene contestato dalla Guardia di Finanza in Puglia nella indagine svoltasi i giorni scorsi. Secondo i pubblici ufficiali, sarebbe stato messo in piedi un articolato sistema di truffa nel settore dei prodotti per l’informatica e per la telefonia. Al centro dell’indagine la società System Srl, attualmente fallita, che interveniva in maniera diretta e indiretta in tutte le operazioni commerciali fittizie poste in essere anche da altre società; avvrebbero collaborato alla frode anche persone della ‘Kcb srl’ e della ‘Amg computer srl’, oltre alla ‘Dbm Informatica Srl’. Ci sarebbero poi persone coinvolte di altre società, come Tls Srl, Id, E-motion informatica srl, e Media 2 srl. L’indagine della Gdf, iniziata nel 2003, ha scoperto una organizzazione che, attraverso l’interposizione di società fittizie, operava detrazioni di imposta non dovute, chiedendo il corrispettivo a rimborso o compensando lo stesso con altre imposte.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore