Trust Spyc@m

Workspace

Le immagini sono molto piccole ma le dimensioni ridotte e la possibilità di utilizzo come webcam o fotocamera digitale la rendono un prodotto interessante

Sin dal primo impatto con la Trust Spyc@m si intuisce il significato del nome le dimensioni ridotte e il peso estremamente contenuto. Tutto questo riporta subito alla mente le scene dei migliori film di genere spionistico. Grande quanto due stilografiche affiancate luna allaltra, la Spyc@m racchiude, in poco più di 100 grammi (batterie incluse), una tradizionale webcam e una fotocamera digitale. Questultima funzione è possibile grazie ai 2 Mbyte di memoria integrata che consentono, a computer collegato, la cattura di un massimo di 80 immagini alla minima risoluzione (352×288 punti), mentre alla massima risoluzione (640×480) il numero massimo di scatti effettuabili si riduce a 20, sempre utilizzando la memoria interna come supporto di massa. In entrambi i casi le fotografie così ottenute sono a colori 24 bit pari a 16 milioni di colori, la messa a fuoco è automatica e la distanza minima dallobbiettivo deve essere di circa 50 centimetri, caratteristica indispensabile per poterla utilizzare come webcam.Un piccolo display lcd in bianconero indica il numero di scatti residui e lo stato delle opzioni attivate, come per esempio lautoscatto, ritardato di 10 secondi, e la funzione ripetizione. Questultima, comunemente conosciuta come funzione raffica consente di effettuare una sequenza di foto sino a quando si tiene il pulsante di scatto premuto. Il trasferimento delle immagini sul proprio Pc avviene tramite la porta Usb in formato bitmap, inoltre il software a corredo permette la selezione delle fotografie da trasferire. Oltre a garantire un trasferimento molto veloce, luso della porta Usb facilita le operazioni di connessione e sconnessione anche a computer acceso.Per quanto riguarda la prima installazione va ricordato solo lobbligo di caricare preventivamente il software e solo successivamente collegare lhardware.Una volta connessa la Spyc@m diventa una vera webcam, in grado di catturare immagini statiche, filmati, effettuare video conferenze o essere utilizzata per farsi vedere in chat. I filmati ottenibili vengono memorizzati e riprodotti nel diffuso formato video Avi. La risoluzione massima di 640×480 pixel è raggiungibile solo grazie allutilizzo di programmi (inclusi nella confezione) di elaborazione delle immagini e quindi tramite interpolazioni software. Va detto che la qualità visiva ottenibile non è sempre elevata e che per essere soddisfatti dei risultati è obbligatoria una buona illuminazione.La garanzia è di due anni del tipo in store replacement. Ovvero in caso di guasti è sufficiente recarsi presso il rivenditore ove è stata acquistata per la sostituzione. Purtroppo le ridotte dimensioni e il peso contenuto in un certo senso si rivelano una nota negativa. Infatti in fase di collegamento con il Pc, il maggior peso del cavo di connessione, rispetto alla Spyc@m provoca uno sbilanciamento verso il lato destro della stessa. Inoltre il supporto, anchesso ridotto, non sempre è in grado di sopportare tale sbilanciamento, provocando a volte rovinose cadute della webcam. Il prezzo, più vicino a quello di una webcam che a quello di una fotocamera digitale, la rende decisamente interessante.

Spyc@m
PREZZO 102.1 ?
PRO Dimensioni; peso; utilizzo sconnessa da Pc.
CONTRO Qualità immagini non eccezionale.
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore