Tutte le novità di Apple a WWDC 2012

AziendeLaptopMobilityWorkspace

All’annuale conferenza mondiale sviluppatori (WWDC 2012) Apple ha aggiornato la gamma di portatili con Intel Ivy Bidge, abbassato il prezzo del MacBook Air a partire da 999 dollari, presentato una nuova linea di MacBook Pro con Retina Display, ultrasottile in stile Air, ma con le funzionalità del Pro; unico nèo, i prezzi ben poco competitivi: il listino parte dai 2200 dollari fino a 3800 dollari. Apple ha aggiornato OS X alla versione 10.8 Mountain Lion. E soprattutto ha svelato iOS 6 con 200 novità, con l’integrazione di Facebook e l’aggiornamento di Siri, dall’autunno anche in versione internazionale e disponibile anche per iPad. E, sfoderando le mappe 3D, sfida Google sul terreno dei servizi

La vera sorpresa del keynote è il MacBook Pro con Retina Display: il next-generation MacBook Pro riunisce le caratteristiche del MacBook Air (sottile 1,8 pollici), dell’iPad con le funzionalità del Pro. Equipaggiato con processore quad-core in un corpo ultrasottile stile ultrabook (ma pesa sui 2 Kg, più di ultrabook), scommette sul Retina Display e HDMI. Il prezzo è da capogiro: si parte da 2199 dollari. La risoluzione è da 2,880×1,800 pixel, superiore a quella di un HdTv da 1,920×1,080 pixel. Le specifiche coniugano i quad-core Core i7 CPU con le GPU Nvidia (grafica GeForce GT 650M), Usb 3.0, 8 Gbyte di RAM e 512 GB di Flash Drive (SSD). Il top di gamma dei MacBoom Pro è il modello MacBook pro con Retina Display: con processore Ivy Bridge da 2.7 GHz, 16 GB di RAM, e SSD da 768 GB costa 3750 dollari.

Ma all’evento WWDC 2012 Apple ha anche aggiornato i MacBook Air, il cui modello base parte da 999 dollari, fino ai MacBook Pro classici: tutti rinnovati con i chip Intel Ivy Bridge, la terza generazione di Core i-Series. Sui MacBook Air Apple ha integrato anche Intel HD 4000, per il gaming.

Su versante software Apple ha aggiornato OS X Mountain Lion con centinaia di nuove funzionalità e ha annunciato per l’autunno iOS 6 200 novità, con l’attesa integrazione di Facebook (stile Twitter), e le migliorie all’update di Siri, il riconoscimento vocale pronto ad internazionalizzarsi e a sbarcare anche su iPad e su una vasta gamma di auto.

Con le nuove mappe 3D di Apple, comandabili anche via Siri, la Mela sfida Google sul terreno dei servizi. Apple ha ridisegnato Maps con le proprie mappe al posto di quelle di Google, la ricerca integrata con 100 milioni di aziende inserite e servizi per il traffico con informazioni fornite in tempo reale anche da altri utenti iOS. Le mappe di Apple si integrano con Siri: se chiedete di indicarvi la strada verso la vostra destinazione, Siri vi fornirà indicazioni “turn-by-turn”. Le mappe sposano anche immagini in 3D, da ruotare per vedere meglio le zone che vi interessano.

Quanto conosci il tuo iPhone? Scoprilo con un QUIZ!

Che cosa dei competitor dell’iPhone? Mettiti alla prova con un QUIZ!

 

MacBook Pro con Retina Display
MacBook Pro con Retina Display
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore