Tutti contro Google: dalla Class action a Pharos

Aziende

L’Europa vorrebbe ancora il suo motore di ricerca, erede di Quaero. Intanto Google Adwords è nel mirino di uno studio legale per una Class action a causa di un modulo di registrazione non chiaro

Tempi duri per Google. L’Europa torna alla carica con l’idea di un motore di ricerca europeo: potrebbe essere Pharos l’erde di Quaero.

Google intanto finisce in tribunale per AdWords: lo studio legale Kabateck Brown Kellner LLP sta allestendo una Class action contro il sistema pubblicitario AdWords. L’azione legale cumulativa se la prende contro un modulo in cui andrebbe azzerato un valore in un box, invece di lasciare vuoto il campo, per non fare girare pubblicità a pagamento sulla rete AdSense. Secondo lo studio legale, “Google si sarebbe appropriata in maniera fraudolenta di milioni di dollari nei confronti dei danneggiati“.

La causa è stata depositata nella corte distrettuale di San Josè.

Intanto Il Vecchio Continente studia la risposta europea a Google. Pharos riunisce molti player come France Telecom, Fast (appena acquisito da Microsoft), ma anche il Politecnico di Milano.

L’erede di Quaero, fallito ancora prima di partire, vorrebbe svolgere una ricerca non solo testuale ma per immagini e video, per riconoscere filmati, sonoro

e immagini nella ricerca online.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore