Tutti contro il DRM

AccessoriWorkspace

Le major discografiche ripensano la politica di protezione del copyright.

Si è svolto a Cannes un’incontro tra grandi e piccole etichette discografiche e si è parlato soprattutto di DRM. Se da un lato tutti riconoscono il fallimento della prima fase di applicazione delle tecnologia che vincola la diffusione dei brani acquistati, dall’altro gli investimenti fatti non consentono una rapida marcia indietro. Ci sono visioni anche molto diverse sul futuro, ma già da quest’anno alcuni toglieranno i vincoli dai brani scaricati e sperimenteranno nuovi modi per guadagnare con la musica, come gli abbonamenti e la pubblicità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore