Tutti i dettagli su iPhone X, lo smartphone che si sblocca con lo sguardo

MobilitySmartphone

Sarà disponibile a novembre il nuovo modello top iPhone X, costa oltre mille euro nel modello base. Con il riconoscimento del volto Face ID e il display edge-to-edge, Apple rilancia la scommessa. Le nostre valutazioni

Tim Cook, in streaming mondiale dall’auditorium dell’Apple Park non ha dubbi: “Steve Jobs sarebbe molto orgoglioso di noi”. Dieci anni dopo iPhone 2G (era giugno del 2007), arriva il nuovo smartphone top di gamma di Apple, iPhone X destinato a ispirare il prossimo decennio.
Si distingue subito anche dagli altri due smartphone annunciati iPhone 8 e iPhone 8 Plus per il display edge to edge (non ci sono tasti fisici sulla parte frontale), per la doppia fotocamera posteriore disposta in verticale (e non come prima in orizzontale) e ancora – soprattutto – perché è l’unico modello di casa Apple con Face ID come sistema di riconoscimento.

Tim Cook, Ceo di Apple
Tim Cook, Ceo di Apple in occasione della presentazione di iPhone X

iPhone X e la tecnologia Face ID sfruttano oltre 30mila punti di lettura luce verso il volto dell’utente, vengono elaborati i dati, anche al buio, e subito è permesso l’accesso al device e ai servizi Apple Pay incluso. Le probabilità di errore secondo Apple sono 1 su 1 milione, mentre con Touch ID il sistema poteva sbagliare in un caso su 50mila, non importa che indossiate occhiali, cappelli, portiate la barba o siate rasati, o cambiate la vostra acconciatura il sistema del nuovo chipset A11 Bionic elabora tutto e in pochissimi istanti con un gesto swipe dal basso in alto si è pronti a utilizzare iPhone X. 

iPhone X (8)
Phil Schiller presenta il nuovo iPhone X

La sfida è chiara. Apple oggi magari non arriva prima a proporre una nuova tecnologia (il login con il riconoscimento del volto è già stato utilizzato da altri vendor), ma quando arriva vuole dimostrare di saperlo fare meglio degli altri, senza lasciare dubbi e sempre con la massima facilità d’uso. E allora entriamo nei dettagli.

iPhone X nei dettagli

Il nuovo iPhone X si presenta con un display Oled (prodotto da Samsung che ci guadagna 130 dollari per ogni iPhone X venduto) edge to edge da 5,8 pollici di diagonale con risoluzione Super Retina, un ulteriore avanzamento rispetto a Retina Display, quindi 2436×1125 pixel di risoluzione a 458 ppi. Due le varianti, Space Gray e Silver.

La tecnologia Oled ovviamente consente maggiore contrasto, e l’effetto nero profondo (pixel spento), Apple ha lavorato però sulla fedeltà colore, migliorando ulteriormente contrasti e luminosità (625 cd/m2). Lo smartphone, che resiste all’acqua e alla polvere, secondo i criteri IP67 in fase di certificazione (quindi resistenza certa agli schizzi e alle gocce, ma la garanzia non copre comunque i danni causati dai liquidi, anche se dovrebbe essere consentita la caduta in acqua fino a 1m di profondità per 30 min, con tutte le cautele poi nell’utilizzo successivo) è rivestito di vetro sia nella parte frontale che nella parte posteriore e in questo modo è possibile la ricarica senza fili sfruttando la tecnologia Qi, già ampiamente diffusa.

iPhone X Display Edge to Edge
iPhone X Display Edge to Edge

Lo spessore è di appena 7,7 mm, arrotondato il profilo, lucido. Due tasti sulla sinistra per il controllo volume, il tasto mute confermato, e solo il tasto di accensione sulla parte destra. La fascia in alto, l’unica concessione all’hardware, che limita il display è un coacervo di sensori e tecnologie. Ospita una fotocamera a infrarossi, l’illuminatore Flood, il sensore di prossimità, il sensore di luce ambientale, l’altoparlante, un microfono, ovviamente la fotocamera frontale, e il Dot Projector.

Come abbiamo accennato iPhone X si affida alla nuovissima Cpu A11 Bionic, incorpora un coprocessore di movimento (M11), e Neural Engine, il motore di apprendimento neurale, a garanzia di una serie di elaborazioni e in grado di perfezionare il riconoscimento del viso. 
Per quanto riguarda la memoria iPhone X sarà disponibile in due versione da 64 Gbyte e da 256 Gbyte. Una scelta abbastanza originale, laddove avremmo di gran lunga preferito la disponibilità di tre tagli di memoria a partire da 128 Gbyte per uno smartphone ricco anche nella sua versione base.

iPhone X - Una fase del riconoscimento del volte con Face ID. Si deve semplicemente ruotare la testa rimanendo nell'oblò
iPhone X – Una fase del riconoscimento del volte con Face ID. Si deve semplicemente ruotare la testa rimanendo nell’oblò

Arriviamo alle fotocamere, quella posteriore ha il doppio sensore da 12 MP. Zoom 10X, doppio stabilizzatore di immagine, Quad-Led e possibilità di sincronizzazione flash Slow Sync, la modalità Portrait (Ritratto), a nostro avviso entusiasmante, perché permette nei ritratti di modulare luce ed effetti proprio come se si fosse in uno studio fotografico.

iPhone X cattura i video 4K e offre per la prima volta la possibilità di farlo fino a 60fps. E’ possibile inoltre catturare foto (fermi immagini) alla risoluzione di 8 MP anche quando si sta registrando un video 4K. La camera cosiddetta TrueDepth lavora con sensore da 7 MP e permette comunque di catturare video Full-HD (apertura f2.2).

iPhone X - Le specifiche più importanti a colpo d'occhio
iPhone X – Le specifiche più importanti a colpo d’occhio

La batteria secondo Apple durerà due ore in più rispetto a quella di iPhone 7. Riteniamo pertanto che non ci sarà una grande differenza rispetto a quella maturata con iPhone 7 Plus. La ricarica invece in 30 minuti arriva fino al 50 percento della capacità. La novità della ricarica senza fili, con caricatori Qi è molto interessante e Apple la propone con un accessorio in grado di ospitare iPhone X, Apple Watch e AirPods per la ricarica di tre device con un unico connettore alla rete elettrica. 

iPhone X  sarà in preordine dalla fine di ottobre, e disponibile dal 3 di novembre. Il modello base costerà in Italia 1189 euro, invece quello top ben 1359 euro. Probabilmente con un taglio di 512 GB si sarebbero davvero raggiunti i 1500 euro che fonti sul Web davano come sicuro. Nella confezione si troverà la dotazione standard per gli iPhone e persisterà la disponibilità dell’adattatore Lightining per le cuffie con mini-jack da 3,5mm.

iPhone X e gli Animoji
iPhone X e gli Animoji

A catalogo ci saranno quindi: iPhone X come modello top di gamma, iPhone 8 Plus e iPhone 8, iPhone 7, iPhone 6s e iPhone SE. Quindi Apple aggiunge ulteriori modelli, anche se il modello più economico resta iPhone SE al prezzo, non modesto oramai, di 429 euro. Per un range quindi che va da 429 euro fino agli oltre 1350 euro di iPhone X.

iPhone X, le nostre impressioni 

La svolta verso un sistema di riconoscimento Face ID è decisamente importante, e segna il nuovo percorso scelto da Apple, sarà da valutare l’effettiva reattività del sistema, più che l’affidabilità di una tecnologia comunque già confermata. Forse è questa la caratteristica più importante nel nuovo modello, più ancora del display edge-to-edge. Infatti anche i nuovi Animoji, che animano con le espressioni dell’utente quelle che tanti chiamano ancora faccine, al di là dell’aspetto giocoso introducono temi importanti nell’interazione uomo/device.

iPhone X
iPhone X

Non solo, anche le demo con le applicazioni ludiche di realtà aumentata indicano l’apertura di una nuova strada. Ecco sì, in questi comparti l’assaggio di smartphone del futuro è davvero evidente.

Dal punto di vista hardware la dotazione di una Cpu “neurale” asseconda queste tendenze, arriva la ricarica senza fili, ma oggettivamente Apple si è mantenuta ancora a un livello “conservativo”. Siamo davanti a limiti fisici in questo caso: per esempio non si parla di un’autonomia da record o rivoluzionaria, lo storage permane nei precedenti limiti, idem la Ram, lo stesso vale per un tema carissimo agli utenti che è quello di uno smartphone indistruttibile quando cade.

Il display, davvero entusiasmante, non ha caratteristiche “futuribili”. Altri vendor parlano di smartphone con display flessibili già nel 2018, abbiamo i nostri dubbi, ma è vero che oramai siamo a fine decade, ed è davvero il momento di ribaltare alcuni paradigmi consolidati.

Apple senza dubbio con iPhone X si propone con uno smartphone eccellente, che nelle tecnologie già adottate siamo certi offrirà il meglio, ci aspettiamo davvero però che lo smartphone del decennale sia solo l’ennesimo inizio.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore