Tutti i tablet sotto i riflettori al Mwc 2011

AziendeDispositivi mobiliLaptopMobile OsMobilityWorkspace

Tablet, fortissimamente tablet. I dispositivi tablet erano 85 al Consumer Electronics Show di inizio anno, ma al Mobile World Congress di Barcellona si moltiplicano. Le tavolette multitouch a volte mettono l’accento sull’uso professionale (come Blackberry Playbook 4G), altre sull’intrattenimento digitale (Lg Optimus Pad con 3D e Htc Flyer con Htc Sense), ma il più delle volte si presentano come device sia enterprise che consumer (Motorola Xoom, lo smartphone quasi tablet Acer Iconia da 4,8 pollici, il Samsung Galaxy Tab 10.1, evoluzione Honeycomb del primo fortunato Galaxy Tab). In ogni caso i tablet con i loro application store sono i protagonisti della kermesse della telefonia mobile, insieme agli smartphone. A spopolare è il sistema operativo Android 3.0 (Honeycomb), ma c’è chi si distingue con altro Android (Htc Flyer). Blackberry Playbook usa la piattaforma Qnx, mentre Acer utilizza sia Android che Windows. Al Mobile World Congress 2011 di Barcellona l’importante è esserci con le proprie tavolette dual-core, mentre Nvidia presenta già il quad-core per tablet da agosto. La sfida nel mercato tablet è quanto mai aperta. E Android affila le armi: in futuro Honeycomb (per tablet) e Gingerbread (per smartphone) si fonderanno. Parola di Eric Schmidt di Google

I tablet, insieme agli smartphone (questi ultimi hanno sorpassato le vendite Pc nel quarto trimestre secondo Idc), sono i protagonisti dell’edizione 2011 della Fiera della telefonia di Barcellona. La maggior parte è dual-core (ma Nvidia ha detto che il quad-core è alle porte: arriverà in agosto), con sistema operativo Android 3.0 (versione Honeycomb), tranne qualche illustre eccezione come Acer (che ha un modello di tablet Windows), Rim con il suo attesissimo Blackberry Playbook (con Qnx) e Htc Flyer che usa sì Android, ma in versione Gingerbread.

Il tablet di RIM, il BlackBerry PlayBook dovrebbe arrivare il mese prossimo, ma nella “seconda metà del 2011″, RIM rilascerà la versione LTE e HSPA+ che si uniranno ai modelli già annuniati. In tutto saranno quattro i modelli di PlayBook con diverse opzioni: uno con il solo wi-fi, uno wi-fi e WiMax, una wi-fi e LTE e per finire una wi-fi e HSPA+.

Come ogni altro tablet da 7 pollici, l’HTC Flyer appare come un telefono molto grande, oversize, con Android (non Honeycomb) e Htc Sense con i suoi widget e una schermata home in 3D. Il prezzo del Flyer non è noto ma si vocifera di 730 dollari (non confermati).

Sempre 3D è Lg Optimus Pad: ex G-Slate, LG ha uno schermo da 8.9 pollici con con risoluzione 1280×768 pixel, spesso 12,6 millimetri e lievemente più leggero di iPad (con un peso di 630 grammi) promette visione 3D con occhialini, chip dual core, sistema operativo Android 3.0 Honeycomb. E’ un tablet curvilineo e sottile. Optimus Pad scommette su piattaforma Honeycomb, il dual core di Nvidia Tegra 2. Punta di diamante: doppia fotocamera da 5 megapixel per la ripresa di video 720p in tre dimensioni e per collegare il tablet alle TV 3D per godere dei contenuti registrati.

Nokia sta studiando il dossier tablet: ancora non si sa se sarà un tablet MeeGo (su cui scommette Intel), ma, dopo l’accordo con Microsoft per i Nokia Windows Phone 7, sfuma forse la possibilità di un tablet Android (anche se Eric Schmidt di Google ci spera ancora).

Non mancano i modelli di tablet Android di marche meno note, ma che dimostrano la vitalità di Android anche sulle tavolette, come ViewPad 4 di Viwsonic ed altri.

Sui tablet Android e Blackkberry Playbook gira Adobe Flash. Durante la propria presentazione al MWC in corso in Spagna, Adobe ha spiegato che Adobe Air gira ormai su 84 milioni di smartphone e tablet, mentre sono ben 200 milioni i device che saranno pronti entro la fine dell’anno e che supporteranno Adobe Air.

Htc Flyer con Android e Htc Sense
Htc Flyer con Android e Htc Sense
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore