Tutti in Mobilità

MobilityNetworkWlan

Da un lato Microsoft con Origami, definito un connubio tra un notebook e un cellulare, dall’altro il boom di vendite di chipset wireless, di notebook e di cellulari. Segnali di un mercato in ascesa

La mobilità è un po’ come l’arte dell’arrangiarsi. Forse perché costretti oppure condizionati dai tempi: le aziende, i dipendenti, i professionisti e gli studenti sono sempre più coinvolti in un discorso di mobility. Per fare un passo di questo tipo servono anche gli strumenti informatici adatti. Ed è giunto a fagiolo, all’ultima edizione del Cebit, il portatile ultra mobile e leggero Origami di Microsoft. Dopo diverse indiscrezioni e le rivelazioni di Intel, il colosso di Redmond ha dato alla luce proprio un portatile che pesa meno di un chilogrammo, definendolo un connubio tra un cellulare e un notebook e adatto a chi ha esigenze di spostarsi frequentemente per lavoro o altro. Questi annunci legati alle sempre crescenti esigenze di mobilità hanno dato una spinta notevole anche al mercato del Wi-Fi. Solamente alla fine dello scorso anno, In-Stat e The Wi-Fi alliance trade group hanno fotografato un mercato che ha registrato una vendita di 120 milioni di chipset wireless, con una crescita del 64% nel 2005: un mercato trainato sia dal lato consumer sia da quello business. Dietro al mercato della mobility però non c’è sempre stata chiarezza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore