Tutto merito di Uma

NetworkProvider e servizi Internet

Primi passi di convergenza voce: si allineano Telecom Italia, Bt, Orange

Dopo Bt anche Telecom Italia e Telecom France/

Orange stanno lanciando la loro offerta di telefonia convergente fisso mobile che utilizza la tecnologia Uma (Unlicensed Mobile Access). I nomi dei servizi sono rispettivamente Fusion, Unico e Business Talk. I carrier telefonici preoccupati che i loro clienti possano abbracciare in modo massiccio i servizi di voce su Ip come Skype su telefoni Wi-Fi, si stanno allineando dietro le bandiere della tecnologia Uma. Il brand italiano usato per il lancio è Unico e, quando avrà anche il via da parte delle autorità di controllo della concorrenza, l’effetto sul mercato della voce sarà importante, se è vero che Telecom Italia ha ottenuto dalla recente convention dei suoi dealer, per una somma totale di 400 milioni di euro, un ordine complessivo di 2,5 milioni di terminali, dei quali molti adatti per Uma,. Per l’utente l’appeal di Unico o di solu zioni analoghe è evidente: il cellulare funziona come un normale cordless a casa, utilizzando la rete Ip, e come un Gsm all’esterno. Lo scorso maggio Bt ha annunciato la versione business di Fusion, il suo servizio consumer di convergenza fisso mobile lanciato nel 2005. Il progetto Fusion prevedeva una connessione Bluetooth per le più economiche chiamate su linea fissa. Le aziende richiedono invece servizi di convergenza più evoluti della voce che combinano anche la connettività Wi-Fi e funzionalità di tipo deskphone. L’infrastruttura è curata da Alcatel e prevede firewall Vpn e servizi di sicurezza. I servizi Sip di Voip saranno invece curati direttamente da Bt. Il terminale dual mode è il Nokia E61. E il nuovo servizio sarà disponibile nei primi mesi del prossimo anno. Con Uma i carrier e i fornitori di terminali hanno collaborato per specificare le procedure di handover per permettere alle utenze Gsm/Gprs il roaming senza interruzioni del servizio voce sulle reti che utilizzano tecnologie di connettività non soggette a licenza come Bluetooth e 802.11.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore