Twitter a pagamento per le aziende. Novità in Facebook

Management

Twitter potrebbe far pagare le aziende che usano il sito di micro-blogging. Invece Facebook ha aggiunto nuove Api per modificare l’aggiornamento di stato. Pace fatta tra Facebook e ConnectU: pagati 65 milioni di dollari

Il Web 2.0 cerca di monetizzare la propria popolarità Dopo i tentativi di Youtube e i propositi (espressi al Wef a Davos da) Facebook , tocca all’emergente Twitter trovare la propria strada, per capitalizzare il successo: Twitter potrebbe far pagare le aziende che usano il sito di micro-blogging, ma non i servizi esistenti. Twitter, sul suo blog , conferma che rimarrà gratuito. Ma, secondo Marketing , vorrebbe trovare il modo di far pagare chi usa Twitter come mezzo di marketing di brand.

Invece Facebook aggiunge qualche novità: copia l’aggiornamento di stato di Twitter. Il sito di social network ha introdotto nuove API per consentire lo sviluppo di applicazioni esterne, in grado di modificare Status, Note e Collegamenti, oltre a video e fotografie.

Infine Facebook ha pagato 65 milioni di dollari per chiudere il contenzioso sulla proprietà illettuale con ConnectU, dei fratelli Wincklevoss e Divya Narendra.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore