Twitter dà l’addio a Dick Costolo e nomina Jack Dorsey come Ceo ad interim

ManagementNomine
Twitter dà l'addio a Dick Costolo e nomina Jack Dorsey come Ceo ad interim
1 3 Non ci sono commenti

Terremoto ai vertici di Twitter. Il micro-blogging licenzia Dick Costolo e nomina il co-fondatore Jack Dorsey come Ceo ad interim dal primo luglio. L’opinione delle società d’analisi

Terremoto ai vertici di Twitter. Come già si prevedeva da tempo, il micro-blogging licenzia Dick Costolo e nomina il co-fondatore Jack Dorsey come Ceo ad interim dal primo luglio.

Twitter dà l'addio a Dick Costolo e nomina Jack Dorsey come Ceo ad interim
Twitter dà l’addio a Dick Costolo e nomina Jack Dorsey come Ceo ad interim

In meno cinque anni nelle vesti di CEO, Costolo ha guidato Twitter da startup valutata 3 miliardi di dollari ad azienda quotata in Borsa da 23 miliardi di dollari. Ma Costolo è stato da tempo additato dalla comunità finanziaria come il responsabile del rallentamento della crescita di utenti e per la presunta incapacità di attrarre inserzionisti.

Costolo rimarrà nel board of directors di Twitter, mentre Dorsey continuerà ad essere chief executive di Square, l’azienda di pagamenti mobili fondata dopo il micro-blogging.

Per Dorsey è un ritorno, visto che lui e l’altro co-fondatore Evan Williams hanno entrambi ricoprto il ruolo di CEO, prima della nomina di Costolo nell’azienda di San Francisco.

Forrester Research commenta che la notizia non è affatto una sorpresa, visto che Twitter delude da tempo, sia sotto il profilo dell’audience sia sotto quello dell’attrazione degli inserzionisti sulla piattaforma.

Ma dopo l’interim, chi sarà il prossimo Ceo? Candidati alla poltrona del numero uno di Twitter sono Marissa Mayer CEO di Yahoo! (dopo la fine della luna di miele con il portale di Sunnyvale), il CFO di Twitter Anthony Noto e l’ex top manager di Google (ex Google+) Vic Gundotra.

Il titolo di Twitter, dopo aver bruciato il 35% da ottobre, è in rialzo del 7% dopo l’annuncio dell’avvicendamento ai vertici.

Costolo, già co-fondatore e CEO di FeedBurner, acquisita da Google nel 2007, entrò in Twitter nel 2009 come chief operating officer, per essere nominato chief executive nel 2010.

Ora Wall Street chiede che il micro-blogging sappia monetizzare i suoi 302 milioni di utenti (contro 1.44  miliardi di utenti di Facebook). L’azienda cerca un CEO che utilizzi Twitter ogni giorno e dimostri “amore” per il prodotto.

Secondo Gartner, Twitter deve trovare il giusto leader che sappia cosa significa guidare un brand globale e sia abbastanza influente nel mondo.

Gli analisti di Monness, Crespi, Hardt & Co. sperano che il prossimo Ceo sia un esperto del prodotto.

Storm Ventures afferma che Twitter necessita di un capo che abbia già ricoperto il ruolo di Ceo, perché cresce la concorrenza da parte di Facebook, Instagram, Google e Snapchat.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore