Twitter rinnova la Timeline, ma è pioggia di critiche

MarketingSocial media
In stallo il fatturato di Twitter
1 5 Non ci sono commenti

Mettere in risaltoi contenuti più popolari è un modo per rinfrescare la timeline. Ma gli utenti hanno protestato contro la modifica del micro-blogging

Nonostante le proteste via hashatag #RIPTwitter, Twitter aggiorna la Timeline. Il micro-blogging di San Francisco abbandona l’ordine cronologico per apportare una modifica all’algoritmo, in modo da mettere in risalto i Tweet più rilevanti. La decisione è stata presa per andare incontro all’advertsing, mentre la base utenti è in stallo (cresce poco da mesi) e l’azienda ha fretta di incrementare il fatturato.

Twitter rinnova la Timeline, ma è pioggia di critiche
Twitter rinnova la Timeline, ma è pioggia di critiche

Mettere in primo piano i contenuti più popolari è un modo per rinfrescare la timeline, aiutando gli utenti a trovare subito i tweet imperdibili. Ma rinnovare l’interesse nel micro-blog guidato dal Ceo Jack Dorsey non sarà semplice, visto che Twitter è stato subissato da una pioggia di critiche. In tanti temono che il servizio assomigli troppo al rivale Facebook. In questa prima fase, però l’opzione può essere attivata o no in ogni momento: basta cambiare le impostazioni nella sezione Timeline e selezionare: “Mostrami per primi i migliori Tweet“. In futuro, però, la modifica sarà abilitata di default, ma rimarrà facoltativa (disattivabile dalle impostazioni). I Top Tweet che appariranno in alto nella Timeline saranno ordinati in ordine cronologico inverso.

Twitter introduce First View, una nuova soluzione che si affianca agli altri prodotti advertising: gli inserzionisti dei Promoted Tweet potranno così balzare in cima come post pubblicitario che appare la prima volta in cui un utente apre il micro-blog.

Twitter, il servizio con 9 anni di vita, conta 320 milioni di utenti, in aumento di un modesto 1,2%. Ora l’azienda dovrebbe cercare di aumentare l’engagement ed attrarre nuovi utenti. La modifica della TimeLine è la novità più importante, dopo il lancio di Periscope e Moments. Se sarà sufficiente per migliorare il coinvolgimento degli utenti, lo vedremo nelle prossime settimane.

Il titolo ha perso il 68% negli ultimi 12 mesi, il 38% solo da inizio anno. Riconquistare gli inserzionisti è dunque una priorità per il co-fondatore Jack Dorsey.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore