Twitter si allea alle banche francesi

AziendeFormazioneManagementMarketingSocial media
Twitter si allea a una banca francese per trasferire denaro con un Tweet
0 1 Non ci sono commenti

Twitter si allea a una banca francese per trasferire denaro con un Tweet. Ma anche il Ceo e co-fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, pensa di lanciare la sua banca. E Google sarebbe in procinto di entrare nelle gestioni patrimoniali. La parola alle società d’analisi

Le filiali perdono centralità fra le nuove generazioni di clienti: invece acquistano rilevanza gli altri canali, come internet, mobile e social network. Twitter si allea a una banca francese, il Groupe BPCE, il secondo istituto bancario d’oltralpe per numero di clienti, per trasferire denaro con un Tweet. I pagamenti via micro-blogging saranno gestiti dalservizio S-Money. Ma anche il Ceo e co-fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, pensa di lanciare la sua banca. E Google sarebbe in procinto di entrare nelle gestioni patrimoniali.

Per ora, sostituire le banche con Google o Apple o Facebook, è inimmaginabile. Ma da una ricerca di Capgemini, emerge che gli istituti finanziari dovranno affrontare un mondo sempre più interconnesso. Il mercato dei pagamenti mobili (m-payments), quello dei pagamenti effettuati tramite smartphone, tablet o smartwatch, supererà i 1.000 miliardi di dollari entro il 2017, includendo l’acquisto di beni fisici e digitali e i trasferimenti diretti di fondi (fonte: Idc Financial Insight). Inoltre, dopo il debutto di iPhone 6 con Apple Pay, i pagamenti alternativi alle carte di credito cresceranno dal 43% del totale nel 2012 al 59% entro il 2017, mentre gli e-wallet, i portafogli elettronici, rappresenteranno il 41% dei pagamenti globali (fonte: WorldPay).

Facebook sta ipotizzando un sistema di pagamento online tramite l’applicazione Messenger per inviare denaro agli amici. Pioniere del portafoglio ekettronico, Google ha confermato il proprio impegno ad ampliare le attività collegate a pagamenti mobile. Inoltre in Gran Bretagna ha avanzato la richiesta per emettere denaro elettronico, in modo simile a quella che Facebook sta portando avanti in Irlanda.

Anche Vodafone si è aggiudicata una licenza per servizi di e-money in modo da potere operare nel settore dei servizi finanziari europei. Yahoo! ha lanciato SecureNet Mobile Payments nel suo portafoglio di app Commerce Central, con oltre 21 milioni di Pmi accreditate. Infine Alibaba ha lanciato Yu’EBao, un fondo monetario online che offriva il 6%, al debutto a giugno 2013,  meglio dei depositi bancari, e consente di avere liquidità istantanea.

Kpmg, nello studio “Investing in the future”, osserva che se i brand finanziari sono opacizzati dalla crisi, sale il rischio di scenari “disruptive”, in grado di generare un forte cambiamento nell’industria. Le banche non possono fingere che un movimento è in atto e tutto è in divenire.

Twitter si allea a una banca francese per trasferire denaro con un Tweet
Twitter si allea a una banca francese per trasferire denaro con un Tweet
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore