L’applicazione Uber promette 50 mila posti di lavoro in Europa

AziendeMarketingMobility
Uber promette 50 mila posti di lavoro in Europa
0 0 Non ci sono commenti

A Monaco il Ceo Travis Kalanick ha annunciato una rapida espansione in Europa, grazie a nuove partnership in grado di creare 50 mila posti di lavoro

L’app di noleggio auto con autista (per iPhone, Windows Phone e Android) cerca di espandersi rapidamente in Europa, mentre fervono le polemiche in tutto il mondo. Nel 2015 Uber promette 50 mila posti di lavoro, grazie a nuove partnership, in Europa. Lo ha annunciato a Monaco il Ceo Travis Kalanick. Ma prima Uber dovrà rimuovere gli ostacoli, incontrat nella regolamentazione delle licenze taxi, anche se Uber formalmente non è un taxi. Ed opera in 250 città nel mondo.

I problemi di Uber si si sono concentrati in Belgio, Francia, Germania, Olanda e Spagna. Proteste si somo verificate in molte città, compresa Londra. Ma Uber, oltre a collaborare con i governi per aggiornare la legislazione ai tempi della Mobility, studia nuove partnership in Europa.

Uber promette 50 mila posti di lavoro in Europa
Uber promette 50 mila posti di lavoro in Europa
La valutazione dell’azienda di auto noleggio di San Francisco è raddoppiata rispetto a giugno, quando la promettente startup veniva valutata 17 miliardi di dollari. Il servizio che sfida i taxi, dopo aver incassato 1.2 miliardi di dollari di investimenti nell’ultima raccolta fondi, adesso vale circa 40 miliardi di dollari.
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore