Ue all’attacco di Microsoft

Autorità e normativeNormativa

L’Unione europea accusa il gigante del software di monopolio virtuale

Il quinto giorno di dibattimenti, dopo le reiterate accuse di Microsoft all’Unione europea, ha assistito alla difesa da parte della Ue della decisione della maxi multa del marzo 2004. L’Unione europea ha risposto che Microsoft ha violato le normative europee Antitrust e costruito un monopolio virtuale sui sistemi operativi dei computer. Se la corte di prima istanza boccerà Microsoft e darà ragione alla Ue, la Commissione europea sarà autorizzata a prendere nuove iniziative antitrust contro Microsoft. L’interoperabilità dei server è uno dei punti più dibattuti nel lungo braccio di ferro tra Microsoft e l’Unione europea. La nuova sentenza potrebbe però avere tempi molto lunghi: potrebbe giungere entro la fine dell’anno o a inizio 2007.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore