Ue conferma le sanzioni a Microsoft

Management

Non ci sarà nessuna sospensione, come invece aveva chiesto il colosso di Redmond. La conferma arriva dalla Corte di giustizia Ue

Era attesa per oggi ed è arrivata: la decisione della Corte di giustizia Ue si è espressa, e non sospenderà le sanzioni e la multa record da quasi 500 milioni di euro comminate a Microsoft dalla Commissione europea Antitrust, per abuso di posizione dominante. Microsoft si era appellata alla corte Ue, quella di prima istanza, chiedendo la sospensione delle sanzioni; la Corte ha invece respinto il ricorso. Ora il colosso di Redmond potrà farà ricorso alla Corte Europea di Giustizia, ma non ha ancora deciso in proposito. La Commissione europea, dopo la conferma, non negozia con Microsoft e rende esecutive le sanzioni, che invece ha reso noto che si metterà subito in regola. Microsoft dovrà vendere una versione del sistema operativo Windows privo del software audiovisivo Windows Media Player e dovrà condividere il codice sorgente segreto con i concorrenti produttori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore