Ue: i videogame non nuocciono alla salute dei minori

Autorità e normative

L’Unione europea assolve i videogiochi (non violenti) dalle tradizionali accuse: il gaming incoraggia cooperazione e creatività. I benefici esistono, mentre non c’è prova di collegamento a comportamenti devianti o violenti

Non ci sono solo videogame violenti. L’Unione europea promuove i videogiochi: i videogame possono essere positivi per i bambini. L’Unione europea assolve i videogiochi della tradizionali accuse: il gaming incoraggia cooperazione e creatività.

Toine Manders, il legislatore olandese che ha redatto lo studio, afferma: “I videogiochi sono in molti casi non pericolosi e possono contribuire allo sviluppo di importanti skills“. Riflessi, strategia, senso dell’innovazione, cooperazione, creatività: ecco a cosa fanno bene i videogame.

La promozione, a sorpresa, dei videogiochi emerge da uno studio di una commissione dell’Europarlamento su Internal Market and Consumer Protection: la ricerca ha individuato diversi benefici e nessun collegamento a comportamenti devianti o violenti. Lo riporta Reuters .

Del resto, in tema di videogame violenti, la Ue sostiene da tempo l’iniziativa Pegi, ma passerà dall’invito all’autoregolamentazione alla linea più dura: proteggere i bimbi dai videogame violenti,

ma senza censurare e senza ledere i diritti dell’industria dei videogame. Finora l’Unione europea si era appellata all’autoregolamentazione, anche se Italia, Gran Bretagna, Germania e Irlanda hanno anche attuato divieti più selettivi che dovrebbero entrare in vigore entro i prossimi 2 anni.

20 su 27 Stati membri dell’Unione hanno adottato un sistema di classificazione per età denominato Pegi (Pan European Game Information), ma contro i videogame violenti l’Unione europea vuole fare di più.

Il Pegi suggerisce un’età minima per giocare a un videogame, ma la Ue vuole arrivare al Pegi Online dedicato al gaming in rete.

Ma l’azione regolamentare non dovrà essere proibizionismo senza senso per non infierire sui diritti degli autori dei videogiochi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore