Ultima partita del torneo uomo vs macchina Kasparov accetta il pareggio

LaptopMobility

Kasparov e il computer hanno vinto una partita ciascuno, pareggiando le altre quattro

Sembrava che Kasparov potesse vincere, quando per primo, alla ventitreesima mossa, ha offerto a Deep Junior la possibilità di accettare il pareggio. Lofferta è stata rifiutata e ripresentata, questa volta a Kasparov, cinque mosse dopo. Il campione è stato fischiato dalla folla per aver accettato il pareggio, ma a fine partita è sembrato sicuro di sé. Avrebbe provato a vincere a tutti i costi se si fosse trovato nella medesima situazione in una partita contro un avversario umano, ma ha temuto che il più piccolo errore sarebbe stato punito severamente dal computer, ha commentato. Avevo un unico obbiettivo non perdere. Un pareggio è un buon risultato. Ho deciso che sarebbe stato più saggio interrompere il gioco. Le cinque partite precedenti e il ricordo della sconfitta contro il supercomputer IBM, considerata da alcuni come uno spartiacque nella storia del progresso tecnologico, hanno pesato considerevolmente sulla sua concentrazione. Diversamente da una macchina, non riesco a dimenticare le partite precedenti ha detto Kasparov, per un giocatore in carne e ossa, giocare in queste condizioni è pesantissimo. Lavversario di Kasparov, Deep Junior, è in grado di processare 3 milioni di mosse al secondo – molte meno rispetto ai 200 milioni di Deep Blue, lavversario di Kasparov nel 1997 – ma Deep Junior, dicono i suoi programmatori, è in grado di pensare come un uomo, scegliendo una strategia oltre a catturare i pezzi velocemente. Deep Junior e Kasparov hanno vinto entrambi 250.000 dollari e Kasparov, per la sola partecipazione si porta a casa altri 500.000 dollari. Kasparov è considerato da molti esperti il più grande giocatore di scacchi della storia e la International Chess Federation, conosciuta anche con il suo acronimo francese come FIDE, lo classifica ancora come il numero 1, davanti a Kramnik, lattuale campione del mondo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore