Ultimatum Microsoft, Yahoo! ottiene l’appoggio del secondo investitore

Aziende

Legg Mason, secondo investor nel motore di ricerca, supporterà Yahoo! se Microsoft non alzerà l’offerta

Si complica la situazione nell’ u ltimatum di tre settimane

lanciato sabato scorso da Microsoft su Yahoo!. Alla scadenza dell’ultimatum, Microsoft ha minacciato di rivolgersi direttamente davanti agli azionisti di Yahoo!, e anche dare il via alla battaglia (detta proxy campaign) delle deleghe per eleggere una lista alternativa di direttori.

Ma Y ahoo! guadagna l’appoggio degli investitori contro Microsoft: almeno il favore di Legg Mason, secondo investor nel motore di ricerca. Lo rivela il Wall Street journal .

Quando Microsoft lanciò l’Opa ostile il primo febbraio scorso, il valore delle azioni era di 31 dollari per azione, attualmente si sarebbe svalutata a 29.17 dollari per azione.

Legg Mason fin dall’inizio ha dato supporto a Yahoo! ritenendo sottovalutata l’offerta. Tuttavia secondo RiskMetrics 15 su 20 investitori istituzionali di Yahoo! sono anche investor di Microsoft, e hanno più azioni Microsoft che Yahoo!. In poche parole, Bill Miller, manager del portafoglio Legg Mason, supporterebbe Yahoo! in una eventuale proxy battle, battaglia delle deleghe.

Ma il resto degli investor è in bilico. Yahoo! comunque si batterà fino alla fine per un’offerta migliore .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore