Un adware anche per Apple?

Sicurezza

F-Secure ne ha discusso sul proprio Blog

Il gruppo del fornitore di soluzioni di sicurezza F-Secure, avrebbe ricevuto un proof-of-concept in grado teoricamente d’installarsi nel sistema in modo completamente trasparente all’utente, come fosse appunto un comune Adware e tutto ciò senza necessitare di permessi di amministrazione. Il codice, primo del suo genere per il mondo Apple, è stato ribattezzato da F-Secure iAdware. F-Secure nella propria discussione lasciava trasparire una ovvia rassegnazione, in quanto se effettivamente dovesse cadere anche il baluardo rappresentato oggi dai sistemi Mac, si avrebbe la definitiva certezza che nel mondo dell’informatica nessuno può garantire la sicurezza totale. Nella stessa direzione si muove un commento di CNet, ove si ricorda come la cosiddetta Month of the Kernel Bugs (iniziativa che prevede la pubblicazione di vari codici di exploit per falle rimaste scoperte all’interno dei vari sistemi operativi) ha visto coinvolto Mac Os X con vulnerabilità (con tanto di proof-of-concept) in grado di sollevare anche qualche seria preoccupazione. Insomma, non si tratta di una vera e concreta minaccia, e la stessa F-Secure ha tenuto a stemperare ogni allarmismo confermando il privilegiato status di sicurezza di cui gode a oggi l’utenza Mac nonostante il Month of the Kernel Bugs. Forse a proteggere i sistemi Apple contribuisce la limitata diffusione (se confrontata con i sistemi Windows) che non ripagherebbe a sufficienza gli sforzi necessari per trovare mezzi per minarne l’integrità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore