Un anno di fuoco per gli smartphone top di gamma

Aziende
Apple iPhone compie dieci anni
0 0 Non ci sono commenti

A Mwc 2017 mancherà Samsung Galaxy S8, in arrivo ad aprile, ma dovrebbero vedere la luce LG G6 e Huawei P10. Ferve l’attesa anche per il top di gamma progettato da Andy Rubin, padre di Android. La sfida del mercato smartphone è al via

Nel 2017 il mercato smartphone passrà da 431 a 432 miliardi di dollari. Il mercato OS è dominato da Android con l’88% di market share. Vediamo quali sono le novità previste nell’anno in corso Samsung non presenterà il Galaxy S8 a Mwc 2017, ma il nuovo top di gamma potrebbe essere svelato ad aprile. Al Mobile World Congress uno dei pezzi forte sarà LG G6: il vendor sud-coreano ha dichiarato che non sarà modulare. Huawei sta preparando il P10 per la kermesse di Barcellona, mentre da settimane si inseguono le voci su iPhone 8: Apple potrebbe rottamare il 7S e le impronte digitali, in una volta sola. Intanto Andy Rubin, padre di Android, ha in cantiere un dispositivo per battere Apple con l’intelligenza artificiale. Ecco una panoramica sui principali top di gamma del 2017.

La trimestrale di Samsung recupera e guarda al futuro
La trimestrale di Samsung recupera e guarda al futuro

Secondo le indiscrezioni, Samsung Galaxy S8, che sarà disponibile in un unico modello dai bordi curvi, manderà in pensione il tasto Home e vanterà un assistente vocale e multi-sensoriale completamente nuovo, Bixby, in grado di riconoscere oggetti e testi attraverso le fotocamere dello smartphone. In stile Goggles, potrà riconoscere oggetti e testi tramite le fotocamere dello smartphone. Inoltre, Galaxy S8 sarà il primo smartphone sotto la cui scocca ruggirà un Qualcomm Snapdragon 835. Con l’addio al tasto Home, pare che il sensore di impronte digitali potrebbe essere spostato sul retro o addirittura essere implementato all’interno dello stesso display.

Apple potrebbe rottamare il lettore di impronte digitali alla base del Touch ID, sostituendolo con un evoluto sistema di riconoscimento facciale. L’atteso iPhone 8 (il 7S è già in soffitta?) vuole eliminare ogni tipo di cornice o tasto, ricorrendo al riconoscimento facciale (non solo dell’iride). Altra novità: lo schermo OLED curvo.

LG G6 sarà svelato a Mwc 2017
LG G6 sarà svelato a Mwc 2017

LG potrebbe svelare il G6 al prossimo Mobile World Congress (Mwc 2017): non più modulare, ma uno smartphone più tradizionale, waterproof, racchiuso in un corpo in alluminio unibody, dal design semplice ed elegante, con cornici ridotte, per enfatizzare l’ampio display da 5,7 pollici – 2:1 (o 18:9) – con risoluzione Quad HD+ (2880×1440 pixel, 564 ppi), senza aumentare l’ingombro. Lo schermo potrà gestire le notifiche always on simili a quelle della serie V. La fotocamera frontale dovrebbe integrare anche il sensore per il riconoscimento dell’iride. Il sensore biometrico dovrebbe essere posizionato sul retro. Dal G5 erediterà la doppia camera standard e wide. Senza batteria rimovibile, il G6 sarà equipaggiato con processore Qualcomm Snapdragon 821.

Huawei P10 in due nuovi colori: è atteso a Mwc 2017
Huawei P10 in due nuovi colori: è atteso a Mwc 2017

Altro smartphone molto atteso è Huawei P10, declinato in due versioni ( P10 e P10 Plus), disponibile anche in due nuove colorazioni viola e verde acqua. Anche il vendor cinese potrebbe presentare il P10 al Mobile World Congress che aprirà i battenti il prossimo 27 febbraio a Barcellona. Lo schermo da 5,5 pollici QHD, nella versione Plus, sarà curvo come il display su Huawei Mate 9 Pro. Condividerà con il Mate 9 anche il processore il Kirin 960, un octa-core da 2,3 GHz affiancato dalla GPU Mali G71. Lo spazio di archiviazione partirà da 64 GB, per raggiungere i 256 GB. Fiore all’occhiello sarà il comparto fotografico: P10 avrà un doppio sensore da 12 Megapixel prodotto da Leica posto sul retro, mentre uno frontale da 8 Megapixel sarà dedicato agli amanti dei selfie di qualità. Il lettore di impronte digitali potrebbe essere posizionato sotto il vetro nella parte frontale del dispositivo, come in Xiaomi Mi 5S.

Ma le novità per Android 7.0 Nougat non finiscono qui: Andy Rubin, padre del robottino verde, vuole scendere in campo con un suo smartphone per battere iPhone con l’intelligenza artificiale (AI). Andy Rubin, padre di Android, ha fondato l’incubatore di startup Playground Global, forte di 300 milioni di finanziamenti e focalizzato su AI, AR e robotica. La sua idea è semplice, ma geniale: se prendi dati dal cloud, rimani imprigionato sulla nuvola; se li prendi dall’offline, visto che i robot, dotati da sensori, si spostano e apprendono, si può evolvere. Rubin vuole portare l’intelligenza artificiale (AI) ad imparare. Rubin pensa a uno smartphone con display più grande dei 5,5 pollici del 7 Plus, con bordi minimi, racchiuso in un design in metallo e ceramica ad alta resistenza, in grado di gestire diversi livelli di pressione. Sarà dotato di connettore magnetico e avrà accessori come la videocamera sferica a 360 gradi. Data di uscita prevista? Metà 2017, a un prezzo simile a quello dell’iPhone 7. Insomma, l’anno appena iniziato sarà di fuoco per il mercato smartphone.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore