Un bilancio 2005 sulla sicurezza

Aziende

Il Rapporto sulla Sicurezza di F-Secure rivela l’improvvisa crescita di virus e l’esplosione di due pericolosi worm negli ultimi sei mesi del 2005

Nella seconda metà del 2005 il numero di virus rilevati non ha accennato a diminuire, registrando anzi un preoccupante trend di crescita: nell’arco di sei mesi si è passati dai 110.000 individuati a 150.000, un dato mai visto prima nella storia dei malware. Uno scenario reso ancora più allarmante da due pericolosi worm che si sono rapidamente diffusi in rete comportando non pochi disagi tra gli utenti: Zotob, scoppiato in settembre, ha registrato un notevole impatto a livello internazionale, presto seguito da Sober.Y che a fine novembre ha invaso i sistemi di posta elettronica.

Il mese di novembre è stato poi caratterizzato dal caso Sony: questione che ha dato il via a un dibattito internazionale tuttora in corso. F-Secure è stata tra i primi a segnalare come malware il rootkit sfruttato dal DRM di Sony e ancora oggi si discute su come le grandi multinazionali dell’entertainment gestiscano le problematiche relative alla sicurezza dei dati e le eventuali vulnerabilità.

Il 2005 è stato anche un anno caratterizzato da una grande quantità di attacchi phishing che se da un lato sono stati messi a punto per colpire i correntisti di banche online, in altre situazione hanno sfruttato tragedie e disastri naturali per estorcere denaro a ignari navigatori come è accaduto a seguito l’uragano Katrina. Impossibile, poi, non ricordare come il 2005 sia stato l’anno degli attacchi a telefoni cellulari, con oltre 100 virus rilevati destinati agli smartphone. Il Rapporto alla Sicurezza degli ultimi 6 mesi, realizzato da F-Secure e disponibile online all’indirizzo http://www.f-secure.com/2005/2/

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore