Un chip individuerà antrace e vaiolo

ComponentiWorkspace

In corso di sperimentazione negli Stati Uniti un test di identificazione particolarmente rapido, basato sulla sinergia tra tecnologie biochimiche e Ict

Lantrace stato uno degli incubi americani del dopo-11 settembre. Pista interna o esterna che fosse, resta il fatto che per parecchie settimane la vita istituzionale e privata del Paese venne sconvolta dai rischi di epidemia connessi alla diffusione del bacillo del carbonchio. Un rischio che forse si riproporr nel prossimo futuro se le minacce di Al Qaeda – finora formulate da una specie di portavoce delle bande terroriste – si tradurranno di nuovo in realt. Senza contare i rischi – ancora pi gravi – che si potrebbero correre se gli incursori inglesi (i corpi speciali che avranno questo compito nel raid anti-Baghdad in corso di preparazione) non riuscissero a neutralizzare tutti i depositi di bombe biologiche disseminati in Iraq, in cui gli scienziati al soldo del regime di Saddam Hussein hanno stipato le pi pericolose specie di bacilli e di virus esistenti oggi sulla faccia della Terra. Per disinnescare questi pericolosissimi ordigni – veri e propri meccanismi a tempo indeterminato, i cui effetti possono essere molto pi pericolosi di quelli di unarma bellica tradizionale, sia pure estremamente potente e sosfisticata – i laboratori di ricerca dellAmes, nello Stato dellIowa, stanno ultimando la preparazione di un test rapido per lindividuazione di anticorpi, microorganismi e proteine di malattie ad alto tasso di tossicit come lantrace e il vaiolo. Ecco come funziona la tecnologia biochimica-informatica messa a punto dallAmes. Un chip posto su una lamina di silicio contiene sostanze chimiche in grado di reagire con gli agenti patogeni delle malattie infettive. Osservando il chip sotto la lente di un potente microscopio, sar possibile avere un risultato definitivo in tempi rapidi (due/tre ore), comunque inferiori a quelli pi lunghi (diversi giorni) attualmente necessari. Oltre che per lantrace e per il vaiolo, il test rapido dellAmes avr anche una valenza ecologica, in quanto potr essere utilizzato anche per individuare particelle in grado di contaminare laria e i fluidi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore