Un chip piccolo come una molecola

Workspace

I laboratori Bell sono riusciti ad assemblare una molecola a base di carbonio in grado di funzionare come un transistor

Carbonio e silicio sono elementi dalle caratteristiche chimico fisiche piuttosto simili, almeno in teoria. In un racconto di fantascienza, Isaac Asimov era arrivato a immaginare un pianeta dove la vita si sviluppava in organismi che avevano il silicio come base, invece che il carbonio come le forme di vita della terra. Ebbene, quello che è accaduto nei laboratori Bell è praticamente il contrario di quanto immaginato dagli autori di fantascienza nei laboratori di ricerca di Lucent Technologies sono infatti riusciti a creare un transistor organico a base di carbonio e costruito attraverso la manipolazione chimica di una molecola. Secondo i creatori, questo prototipo potrebbe gettare le basi per una nuova generazione di processori piccolissimi, velocissimi e più economici e pratici da produrre. La strada da percorrere è ancora lunga, ma alcuni esperti sostengono che la nano tecnologia biomolecolare potrebbe in una decina di anni diventare competitiva con lattuale procedimento fotochimico su lastra di silicio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore