Un decreto del Governo di Panama minaccia lintegrità di Internet

NetworkProvider e servizi Internet

Il Governo Panamense obbliga tutti gli Internet Service Provider a bloccare lutilizzo di determinate porte. Le porte specificate sono 24ma lobbligo viene esteso anche a tutte le eventuali porte che potranno essere utilizzate per lo stesso scopo

Nel documento emanato il 25 ottobre scorso, il Governo Panamense obbliga tutti gli Internet Service Provider (ISP) a bloccare lutilizzo di determinate porte UDP intervendo sui firewall, sui router principali e sui cosiddetti border router utilizzati per linterconnessione con altri autonomous systems. Le porte specificate nel testo del decreto sono ventiquattro ma lobbligo viene esteso anche a tutte le eventuali porte che in futuro potranno essere utilizzate per lo stesso scopo. Lintenzione e ovviamente quella di porre freno allutilizzo di Internet come mezzo di trasporto per le comunicazioni telefoniche basate su IP (VOIP) che starebbe minacciando la compagnia telefonica nazionale Cable Wireless Panama, S.A. Se si pensa alla particolare dislocazione geografica dello Stato di Panama ed al fatto che e una specie di passaggio obbligato per il traffico Internet internazionale appare evidente la gravita della risoluzione. A parte il fatto che le porte interessate dal decreto possono essere utilizzate anche per servizi diversi dalla telefonia su IP vera e propria (NeetMeeting, Net2Phone, etc.), la conseguenza piu grave di una risoluzione del genere e che vengono ignorate alcune semplici regole di Internet che riguardano il routing e che dovrebbero essere valide a livello globale. I router sono dei dispositivi che si occupano dellinstradamento dei dati ed in maniera molto semplice, guardando solo una parte dei dati (lheader IP), decidono che direzione devono prendere i pacchetti che transitano in essi. Non si puo chiedere quindi ad un router, di bloccare il transito di dati, di fare un lavoro al quale non e destinato se non venendo meno a questa regola basilare. Di fronte ad una decisione del genere, che riguarda unintera nazione e che potrebbe diventare un pericoloso precedente, non e affatto chiaro se occorre rivedere lattuale architettura di Internet, che e stata progettata basandosi sulla regola fondamentale che, a livello di trasporto IP, nessuna decisione deve essere presa sulla base delle informazioni veicolate; oppure se tutte le organizzazioni preposte come lo IAB e IETF debbano cercare di convincere le autorita panamensi che le regole di Internet valgono in tutto il mondo e non possono essere stravolte dai singoli governi. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore