Un italiano su 10 indossa lo smartwatch

Dispositivi mobiliMobility
Kantar: Un italiano su 10 indossa lo smartwatch
1 20 Non ci sono commenti

Nella Wearable tech, gli italiani superano gli europei. Sono i più appassionati di smartwatch al polso. L’analisi di Kantar

Nella Wearable Tech, spicca l’Italia, di solito fanalino di coda in Europa elle classifiche IT: ma gli italiani indossano più smartwatch della media europea. Gli italiani sono i più appassionati di smartwatch al polso, come già sono stati pionieri nell’adozione degli smartphone: si conferma la vocazione “Mobile” dei nostri concittadini. Lo riporta Kantar.

A un italiano su 10 piacciono gli smartwatch con cui controllare lo smartphone, e le smartband per monitorare fitness e salute: l’adozione della Wearable Tech è quasi doppia rispetto ai principali Paesi europei e si avvicina alle percentuali statunitensi.

Kantar: Un italiano su 10 indossa lo smartwatch
Kantar: Un italiano su 10 indossa lo smartwatch (in foto: Fitbit Blaze Lineup)

Il mercato degli smartwatch detiene il 10,3% in Italia contro il 4,6% della Francia, il 5,4% della Germania e il 7,9% della Gran Bretagna. Nel complesso, la media in questi primi quattro mercati Ue è pari al 6,6%. Negli USA, il mercato dei dispositivi indossabili è al 12,2%.

Oltre tre americani su quattro hanno al polso un bracciale per il fitness, mentre gli orologi intelligenti si arrestano al 23%. In Europa gli smartwatch costituiscono il 55% delle vendite: in quattro casi su 10, vanno a rimpiazzare l’orologio tradizionale. Guardando alla Wearable tech, i bracciali di Fitbit detengono il 18% del mercato europeo, seguiti da Apple Watch al 14% e dai dispositivi di Samsung all’11,6%.

L’anno scorso le vendite mondiali di orologi intelligenti sono quasi triplicate raggiungendo i 78 milioni di unità. Per il 2016, Gartner prevede che il fatturato degli smartwatch salga a 11,5 miliardi di dollari, con 50 milioni di unità vendute nel mondo. Dal 2019 gli smartwatch sono destinati a generare 17,5 miliardi di ricavi.

Sul mercato arriveranno orologi intelligenti sempre più autonomi dagli smartphone: gli orologi intelligenti serviranno anche a telefonare. Intanto la Carnegie Mellon University ha svelato la tecnologia SkinTrack, per non limitarsi al piccolo quadrante dell’orologio, ma per usare come schermo la pelle dell’avambraccio e del dorso della mano: un anello e sensori posti sul cinturino riusciranno a leggere e a tramutare in comandi i gesti effettuati con il dito sulla pelle.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore