Un italiano su dieci fa shopping online per Natale

AziendeE-commerceMarketingMercati e FinanzaWorkspace
e-commerce Natale

Quest’anno la metà degli europei risparmierà per i regali di Natale, in calo di 6,5 miliardi. In Italia la riduzione sarà solo dell’1% rispetto al crollo del 6% della media europea

Questo Natale l’e-commerce potrebbe decollare. Lo shopping online è un fenomeno in netta crescita in Italia: un italiano su 10 effettuerà metà dei suoi acquisti natalizi sul web. L’abbigliamento continua a rappresentare il regalo di Natale più diffuso (19%), seguito dai giocattoli (18%) e dai prodotti alimentari (17%). L’unico segnale di crescita proviene dal canale di vendita on line. Infatti il 77% degli europei ha in programma l’acquisto di regali di Natale on line, in aumento rispetto al 70% dell’edizione 2009 dello studio di AlixPartners. La quota più alta di acquisti sulla rete va al Regno Unito, con l’87% dei consumatori che pensa di effettuare almeno una parte del proprio shopping su Internet. Agli Italiani va attribuita la percentuale di crescita più significativa nella scelta di questo canale, dal momento che una persona su dieci dichiara di avere in programma di fare metà degli acquisti di Natale sul web, rispetto ad una media di 1 consumatore su 20 del 2009.

Piero Masera, Managing Director di AlixPartners, afferma: “Tali dati rendono quanto mai evidente che gli europei continuano a guardare al futuro con una certa prudenza, prestando attenzione ai propri flussi finanziari, senza aspettare gli effetti delle politiche macroeconomiche. E anche se gli italiani si dimostrano tra i più fiduciosi in una futura ripresa, resta il fatto che per il prossimo Natale si prevedano meno regali e più a buon mercato, con un rigoroso confronto sui prezzi e una riduzione notevole degli acquisti ‘non essenziali‘”.
Il 55% degli europei ha intenzione di spendere meno per ogni regalo e il 40% diminuirà il numero dei regali da fare. Anche in Italia si tira un po’ la cinghia sui regali di Natale, ma meno che in Francia e Uk.ania tr Francia e Regno Unito risultano tra i più pessimisti, rispetto a Italia e Germa gli ottimisti.

L'e-commerce di Natale
L
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore