Un milione di articoli condivisi al giorno sui social network

AziendeMercati e Finanza
Un milione di articoli condivisi al giorno sui social network
11 2 Non ci sono commenti

È tempo di Newsruption nel mondo dell’informazione. Gli italiani preferiscono la Rete, per leggere le notizie. Il Web domina sulle App ed è in crescita, mentre il cartaceo si ferma a una persona su sei

Irrompe la Newsruption nel panorama dei media italiani. Gli italiani preferiscono la Rete, per leggere le notizie ed informarsi: ogni giorno condividono un milione di articoli e news sui social media.

Gli italiani danno l’addio alla carta, preferendo Web e App per informarsi: ogni giorno segnalano un milione di volte gli articoli di loro interesse sui social network. È ciò che emerge da Newsruption, il rapporto di Burson-Masteller e Human Highway, che fotografa e presenta la trasformazione digitale nel mondo dell’informazione degli italiani nel corso dell’ultimo diecennio. Sta emergendo un nuovo ecosistema dell’informazione di attualità, trainato da nuovi soggetti e nuove abitudini di interazione con la notizia.

Un milione di articoli condivisi al giorno sui social network
Un milione di articoli condivisi al giorno sui social network

L‘analisi di Newsruption promette di delineare il profilo di consumo dell’informazione degli italiani, sempre più attivi online e sulle Apps, tracciando le loro abitudini rispetto al mondo delle news. La condivisione è ormai quotidiana e registra un incremento a tripla cifra negli ultimi 2 anni (+185% dal 2013 al 2015). Il fenomeno, forte di 30 milioni di condivisioni mensili, si sviluppa a partire dai 100mila articoli di attualità prodotti dalle cento principali testate d’informazione online. Il 55% delle condivisioni sui social network si riferisce ad articoli pubblicati sui siti Web dei quotidiani cartacei.

Newsruption, ricerca del 2015 condotta su un campione di 1.600 individui maggiorenni, nasce dalla volontà, espressa da Burson-Marsteller nel settore della comunicazione e Human Highway nelle ricerche sulla digital economy, di analizzare il mutamento dei comportamenti di ricerca e fruizione dell’informazione di attualità prodotti dalla trasformazione digitale in corso in Italia.

L’analisi di Newsruption osserva il tramonto del rito quotidiano della lettura dei giornali di carta ed analizza l’offerta informativa online per approfondire la nuova dinamica di produzione e distribuzione delle notizie. Poco meno della metà della popolazione connessa a Internet produce la domanda d’informazione che si riversa online ogni giorno. Milioni di persone ricavano dal Web (12,2 milioni) e dalle App sui dispositivi mobili (4,7 milioni) le informazioni che cercano, mentre tra gli stessi utenti Internet appena il 17,6% legge abitualmente i quotidiani in formato cartaceo.

I lettori di cartaceo, Web e App, preferiscono i prodotti digitali rispetto alla carta. Di fronte all’opportunità di scegliere su quale canale leggere le notizie, la scelta si orienta nel 75% dei casi all’online (Web o App) e solo nel 16,2% dei casi al cartaceo. Il Web domina sulle App ed è in crescita rispetto al confronto con lo stesso dato di due anni fa, mentre la quota di preferenza verso il cartaceo rispetto al digitale rimane costante, intorno a una persona su sei.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore