Un mouse "fuoristrada"

LaptopMobility

Grazie al puntatore laser, il nuovo mouse Logitech è preciso su ogni tipo di "terreno".

Era difficile proporre qualcosa di nuovo per un prodotto ormai “maturo” come il mouse, ma Logitech ci è riuscita con MX- 1000, il primo mouse che utilizza, al posto dell’ormai obsoleta “pallina” o del classico sensore ottico, un puntatore laser. Il raggio (invisibile) esplora la superficie di appoggio con una sensibilità molto maggiore rispetto ai sensori utilizzati nei mouse ottici. Non solo la risoluzione di rilevamento della posizione è sensibilmente aumentata, ma non è più necessario utilizzare la solita “pista” e anche sulle superfici più lisce, MX-1000 riesce a trovare un punto di riferimento. Il sistema di trasmissione senza filo “Fast RF” che permette tempi di risposta paragonabili a quelli di un collegamento via cavo. La rotella centrale è montata su un tasto bidirezionale che permette lo scrolling veloce, e facendo clic su di essa si attiva una comoda funzione di zoom. È presente anche un tasto programmabile per il pollice. Particolarmente utile la fila di LED verdi che segnala la quantità di carica presente nella batteria: chi si è ritrovato con il mouse “in panne” a metà di un lavoro sa quanti fastidi può far risparmiare. Un prodotto innovativo e funzionale, per chi è disposto a spendere anche per un mouse.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore