Un nuovo videogame crea scandalo

AccessoriWorkspace

Il videogioco RapeLay, che sembra incitare allo stupro, ha suscitato proteste. Anche Facebook si mobilita

Mentre il mercato videogame cala del 17% ad aprile (fonte: Npd), per la seconda volta consecutiva, un videogioco crea scandalo e “allarme sociale”: il videogioco RapeLay, che sembra incitare allo stupro dal momento che vince chi commette questi atti criminali, ha suscitato proteste.

Anche Facebook si mobilita contro il videogame: più di 10mila utenti chiedono la messa al bando del gioco.

Un caso di protesta ontro un videogame era scoppiato circa tre anni fa con il gioco Rule of Rose, quindi fu la volta della censura di Manhunt 2 sia in Gran Bretagna che in Italia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore