Un servizio a pagamento trasforma i Cd in MP3

Management

Se il problema è il tempo, per convertire grandi collezioni di Cd c’è
RipDigital.

La compagnia newyorkese, per circa un dollaro ad album, converte intere collezioni di Cd in MP3, ordinati per artista ed album. Può sembrare singolare che una compagnia possa guadagnare svolgendo ingrati compiti che nessuno vuole fare. Ma RipDigital è un altro segno di come la musica vada inesorabilmente digitalizzandosi. Invece di scaricare MP3 da siti di file-trading e masterizzarli su CD, alcuni consumatori preferiscono convertire le proprie collezioni in MP3. Dick Adams, uno dei tre cofondatori di RipDigital, asserisce che, dal lancio avvenuto lo scorso dicembre, il servizio ha rapidamente conquistato popolarità. «Siamo stati sommersi dagli ordini e abbiamo faticato ad evaderli». Adams spiega che inizialmente la compagnia si è rivolta a DJ, stazioni radio ed enti come hotel e biblioteche. Si aspettavano richieste da musicofili e collezionisti, ma sono stati sorpresi dalle reazioni dei consumatori. «C’è molta gente con più denaro che tempo» dice Adams. Ricevuto un ordine, RipDigital invia all’utente una scatola per i CD, che viene reiviata a RipDigital dall’utente: una settimana dopo circa, l’utente riceve indietro i propri originali e i Dvd con le registrazioni in formato MP3 ad alta fedeltà (224 kbps). Volendo, i brani possono essere registrati su unità esterne. Anche se RipDigital ha scelto di utilizzare di norma il formato MP3, la compagnia assicura qualsiasi formato desideri il cliente, WMA di Microsoft o AAC di Apple, per esempio. Adams riporta che, finora, la richiesta per i formati WMA/AAC è stata di circa 50/50. Il processo di conversione è automatico, Adams non entra nei dettagli, dice, per ragioni di concorrenza. Ogni Cd viene convertito singolarmente e i file cancellati dopo la consegna al cliente: la compagnia non conserva i file che ha convertito, spiega Adams.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore