Un software australiano ha dato una mano all’analisi dei Panama Papers

Big DataData
Un software australiano ha dato una mano all'analisi dei Panama Papers
1 1 Non ci sono commenti

I Panama Papers contengono 2.6 Terabyte di dati, inclusi email, immagini, PDF ed altri documenti sensibili. Per analizzare i dati, i giornalisti del consorzio ICIJ hanno utilizzato il software di una piccola azienda australiana

I Panama Papers, che prendono il nome dal Paese dello scandalo per i conti e le società offshore, sono i file che svelano i conti segreti gestiti da Mossack Fonseca, società con sede nel paradiso fiscale, che si occupa di creare e gestire società offshore, per conto di esportatori di capitali, compresi vip, 140 politici mondiali e personaggi pubblici.

Un software australiano ha dato una mano all'analisi dei Panama Papers
Un software australiano ha dato una mano all’analisi dei Panama Papers

I Panama Papers sono documenti trafugati, leaked che contengono 2.6 Terabyte di dati, inclusi email, immagini, PDF ed altri documenti sensibili, per 11 milioni di record legali e finannziari. Come ha twittato Edward Snowden, “il più grande leak nella storia”. Per analizzare i dati, i giornalisti dell’International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ) hanno utilizzato il software di una piccola azienda australiana Nuix Pty. L’azienda con base a Sydney ha donato il suo programma di analisi dei documenti.

Senza il software di analisi di Nuix Pty, si sarebbero impiegati mesi o anni, riporta Reuters, invece con il programma, il network di giornalisti ICIJ ha potuto effettuare milioni di documenti scansionati, vecchi di decenni, ricerca testuale eccetera. La piccola azienda australiana ha dato una mano decisiva alle indagini sulle attività sospette, in un momento storico in cui l’OCSE ha dichiarato guerra alla cosiddetta ingegneria fiscale, all’elusione e all’evasione.

I file trapelati comprendono circa 40 anni di informazioni, spaziando da più di 210.000 aziende a 21 giurisdizioni offshore.

Nuix Pty ha appena 10 anni di vita, ma dimostra la crescente importanza del ruolo dell’IT nel supporto alle inchieste giornalistiche. Fra i suoi clienti, vanta le Nazioni Unite, gli United States Secret Service, dipartimenti governativi ed agenzie di law enforcement, per svolgere indagini sulla pedo-pornografia, traffico di esseri umani e maxi evasioni fiscali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore