Un system management per la media impresa

Aziende

Lo fornisce Tai un’azienda toscana che può aiutare le imprese che non hanno le figure professionali It necessarie per effettuare un controllo delle performance e dello stato di salute dei sistemi It

Si chiama Nemo, ma non ha niente a che fare con le avventure del pesciolino dei cartoon. Si tratta, invece, di un acronimo che sta per Network Multichannel Observer. In pratica è una soluzione di system management che controlla la rete dei sistemi informatici, fatta per le medie imprese che non dispongono di sufficiente personale informatico o che delegano tali funzioni a consulenti e società esterne. La propone Tai un’impresa toscana che da anni opera nel settore della system integration. Nemo opera con buona parte delle funzionalità presenti in altre soluzioni di grandi brand come Hp Openview o Tivoli. Tai la propone con un costo accessibile (circa 10mila euro per monitorare un’architettura di 10 server), promettendo facilità d’installazione (circa una settimana) e un basso impatto organizzativo. Il target è costituito da imprese con un fatturato superiore ai 50 milioni di euro e si adatta trasversalmente a tutti i settori industriali. Analisi delle performance e dello stato di salute dei sistemi e delle applicazioni sono possibili con un computer e un browser anche in postazione remota, con la possibilità di ricevere notifiche via e-mail o Sms. Essendo Web based, Nemo si presenta come un prodotto intuitivo e molto affidabile che non necessità di una particolare formazione. Tai la propone anche come appliance preconfigurata su Linux da inserire in rete, oppure da caricare su un server aziendale (gira anche su Unix). L’azienda fiorentina cerca anche partner informatici per portare la soluzione su tutto il territorio nazionale (info@tai.it).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore