Un ultimo sguardo a Office 2007

Management

Concludiamo la panoramica su Office 2007 passando in rassegna alcune
caratteristiche della suite su cui ancora non ci siamo soffermati.

I COMPONENTI AGGIUNTIVI

In Microsoft il meccanismo dei componenti aggiuntivi non è nuovo: molti pacchetti ? a partire da Windows con i PowerToys ? hanno ricevuto in dono un discreto parco di plug-in e accessori utili per limare alcuni difetti o colmare qualche lacuna emersa nel tempo.

Office 2007 promette di affidarsi a componenti aggiuntivi e a risorse Web, in modo piuttosto marcato: Office 2007 sarà una suite che più produttiva se collegata ad Internet. Un esempio immediato e di interesse per qualunque utente è la guida in linea: al primo utilizzo, Office 2007 chiede all’utente il permesso di collegarsi ai server Microsoft per scaricare nuove pagine di help, e da questo momento ogni volta che si richiama la guida in uno dei programmi della suite si avranno immediatamente sott’occhio pagine fresche di aggiornamento.

Al momento, ma ufficialmente Office non è ancora approdato sul mercato, tra i pochi veri componenti aggiuntivigià disponibili c’è il plug-in per il salvataggio dei file nei formati PDF e XPS ? l’alternativa “casalinga” Microsoft al popolare formato Adobe. La decisione di rilasciare questa funzionalità come componente aggiuntivo è stata presa forse dopo la breve diatriba con la stessa Adobe riguardo all’opportunità di dotare Office del supporto al formato PDF; ad ogni modo il componente aggiuntivo è disponibile online, potete raggiungerne la pagina di download direttamente dal menu Office di qualunque applicazione, oppure potete semplicemente seguire questo link . Attenzione, però: questo componente è disponibile solo per i computer su cui gira Microsoft Office Autentico, e le licenze di prova scaricabili dal sito di Office non rientrano in questo numero. D’ora in poi anche gli aggiornamenti e gli add-on per Office saranno soggetti al controllo di autenticità della copia installata, esattamente come da un po’ capita con i sistemi operativi. D’altronde stiamo assistendo a un vero giro di vite contro la pirateria informatica, e una misura come questa è forse il minimo che ci possiamo aspettare: perlomeno, questa tecnica di controllo non è stata introdotta ?in corsa? come è invece avvenuto con Windows XP SP2.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore