Un virus medio-orientale?

Sicurezza

Individuato il primo virus in grado di attaccare finestre con contenuti
scritti in arabo.

Finora l’arabo era stato risparmiato dal proliferare del malware, ed erano pochi i programmi in grado di leggere e interpretare contenuti scritti in questa lingua. Secondo però un rapporto di Symantec c’è il rischio di un’inversione di tendenza. Il virus W32.Alnuh è infatti il primo programma malware in grado di colpire in modo selettivo le finestre che contengono nel titolo parole in lingua araba. Per il momento sembra più un esperimento che un vero pericolo, ma i ricercatori sono convinti che si tratta solo di un test e che a breve le cose potrebbero cambiare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore